14-03-2019 04:44 / 22 c.

Ai miei tempi si chiamavano terzini oppure ali, a seconda in quale parte del campo giocavano.
C’era il terzino sinistro (Facchetti, Cabrini, Maldini, c’era l’ala destra (Domenghini, Claudio Sala, Causio, Conti) che scendeva e crossava o, appunto, dribblava per entrare in area. Adesso si chiamano esterni o laterali, quelli che giocano sulle fasce. Un’ evoluzione del calcio moderno, contemporaneo.

Nel gioco dell’Atalanta, grazie ai moduli tattici di Gasperini, i laterali sono risolutivi, nel senso che creano spazi, superiorità e, soprattutto, ampiezza. Come si dice “allargano il campo”. Così oggi, dopo Conti e Spinazzola, Timothy Castagne, belga classe ‘95, Robin Gosens tedesco classe 94, Hans Hateboer, olandese classe 94, sono gli atalantini che in questo momento, più degli altri, stanno facendo la differenza.

Eppure quanta fretta nel criticarli. Tutti gli opinionisti (avvocati, commercianti, allenatori bolliti) che si cimentano, nelle varie tv locali, a commentare (meglio a sproloquiare) sull’Atalanta, senza magari mai vederla giocare dal vivo, sostenevano che mancassero esterni di qualità. Bei tempi con Conti e Spinazzola (peraltro anche loro criticati), invece bisogna accontentarsi di esterni volenterosi ma mediocri. Non vedono mai la porta, corrono come pazzi ma sbagliano i cross e, spesso, in difesa sono disattenti. Più o meno questi i commenti. Invece rappresentano la forza propulsiva della squadra, a metà tra scattisti e mezzofondisti, coast to coast, corrono lungo la zona laterale, affondano gli avversari e si fanno trovare lesti a mettere il pallone in rete sul palo del portiere dove è difficile arrivare.

Tra i tre spicca in velocità e potenza Hateboer, furia cavallo del West, ma anche gli altri due non sono da meno. Castagne, ad esempio può giocare anche in difesa, uno dei tre marcatori, mentre Gosens rompe di più le spinte degli avversari.

Ecco i numeri delle trentasei partite (tra campionato, Coppa Italia e preliminari europei sia dal primo minuto, sia entrando al posto di un compagno): Hateboer 19 partite, 4 gol,5 assist, Castagne 17 partite 2 gol, 2 assist, Gosens 17 partite 3 gol, 3 assist. In totale 9 gol, 10 assist. Col Toro avevano cominciato tutti e tre: Gosens a siniitra, Castagne davanti ad Hateboer e questo assetto stava creando grattacapi alla difesa granata, poi dopo solo venti minuti il tedesco si è infortunato e l’esperimento si è interrotto. Non è detto che Gasperini non ci provi in un’altra occasione.

Per finire, avviso ai naviganti: oggi Arkadiusz Reca è un oggetto un po’ misterioso, non è che la prossima stagione sarà un’altra piacevole sorpresa?

 

GIACOMO MAYER 



di Staff




  1. simu_de_reduna -
     15/03/2019 alle 10:42
    Vedremo.
    All'andata Hateboer fu criticato soprattutto in partite contro squadre chiuse con le quali, non essendoci campo in cui correre, i suoi limiti tecnici emergono. Vero è anche che in quelle partite (mi riferisco a partite in casa come Cagliari, Torino, Parma e Bologna) non ci fu il miglior Ilicic, quello che punta l'uomo, rientra e crea spazi. 
    La crescita di Gosens è lampante (e riconosciuta) già dalla 5/6a partita dell'andata. Dei tre è forse quello che ci ha messo di più ad emergere perché ha più le caratteristiche del terzino da difesa a 4 e dovendo fare le due fasi, ha dovuto sgrezzarsi.
    Non mi risultano particolari critiche a Castagne. Al più gli si imputava una certa timidezza in alcune partite.
    Per quanto mi riguarda la questione è semplice: non ho mai considerato i tre ragazzi dei brocchi. Mi pare però evidente (opinione mia) che se in altre zone del campo abbiamo giocatori che per noi sono quasi un lusso (Freuler, De Roon, Ilicic, Gomez, Zapata, Toloi) gli esterni erano "di categoria". 
    Di cosa parla Mayer?
    Al più facciamo una riflessione sui tempi che servono per far crescere un nuovo arrivato, complice il gioco del Gasp.


  2. Con tutto il rispetto inviterei il Sig. Mayer a risentire i propri interventi in conferenza stampa prima di esprimere certi giudizi su altri suoi colleghi/opinionisti ...


  3. Secondo il mio parere , ormai Castagne è riduttivo considerarlo un esterno .. così come del resto come terzo di difesa è sprecato .. è un giocatore che si sta rivelando duttile e può giocare in tutte le zone del campo con buona proprietà di controllo, buoni tempi di gioco, buoni smarcamenti e passaggi ben fatti .. se sono in ottima condizione gli altri due mi sembrano ormai calati nella parte di esterno , mentra Castagne può giocare anche al posto del Papu, quando c'è maggiormente da difendere o di Ilicic sull'esterno .. di fatto è il 12° titolare


  4. Articolo che mi piace assai poco. E scusate l'ossimoro dove dovrei scrivere pessimo.
    Facile dire ora che gli esterni stanno giocando molto bene quando in precedenza facevano a tratti buone cose ed altre inguardabili.
    Mi sbaglio o di Hateboer l'appellativo più in uso era 'gnoransa'?
    Le opinioni vanno sempre contestualizzate al tempo di quando vengono profferite. L'importante è che lo siano nei dovuti modi e senza insultare.
    Il contario di ciò che fa il Sig. Mayer per cui qualcuno 'sproloquia' che è sinonimo di 'straparla' dimenticando che lui stesso lo fece non più tardi di Frosinone.
    In specie l'accezione negativa su 'avvocati, commercianti e allenatori bolliti (che finezza) dimentica che fior di giornalistoni di grido che di calcio si occupano di mestiere in sede di previsioni pre-campionato si segnalano immancabilemnte per topiche epocali che se venissero riportate in toto al termine dei campionati in giudizio ne squalificherebbero immediatamente la credibilità professionale.
    Certo, sarebbe sempre meglio giudicare col senno di poi, ma così son buoni tutti, non solo i 'giornalisti'...
     


  5. unodibergamo -
     14/03/2019 alle 11:02
    Ha detto quello che pensano molti sulla "fauna" che popola le tv locali quando si tratta di parlare (spesso a sproposito) di Atalanta. Che poi il buon Mayer l'abbia fatto per convinzione piuttosto che per il fatto che nelle tv lui non presenzi questo non è dato a sapersi...ma al gà resù, almeno 3/4 de chei ci va ntele i capeh ona f**a di fubale e de 'talanta


    • VERISSIMO !!!! pensa te che un giornalista non sapeva nemmeno che col quarto posto si entra direttamente in champions ,e gli altri non sapevano che il settimo posto vale fuffa se la coppa italia vien vinta da una squadra che non arriva tra le prime sei del campionato.


      • al lunedi' sera........c'e' ancora del BEL calcio .....GIOCATO da vedere, oppure si mette un bel film.
        Perche con certi teatrini incompetenti (ovviamente escluso Mister Bonaldi)
        ...................e, a quanto mi riferiscono amici che si scartavetrano le cojone seguodo il teatrino, chi OSA andare fuori dal coro, non fa' ritorno...........................................
        Figures......................la Curia


  6. L'unico che potenzialmente ritengo superiore ai tre attuali ed anche a Conti, è Spinazzola, tanto che era già nel giro della Nazionale, anche quando era da noi. I tre attuali mi sono sempre piaciuti (solo all'inizio ritenevo Castagne troppo timido), anche quando tanti (anche tifosi e anche qua sul sito li criticavano e rimpiangevano quelli partiti), per la grinta che ci mettono sempre, da buoni calciatori del Nord Europa. Parliamoci chiaro : non possiamo pretendere di avere 11 titolari di livello superiore alla media. Ne abbiamo 3-4, gli altri basta che ci mettano abnegazione e determinazione a seguire gli insegnamenti del Mago Gasp, che è il vero fautore delle nostre gioie. 


    • sarà ma 1 straccio di gol in seria A Spinazzola ancora non lo ha fatto..non che conti solo quello ma
       


    • Spinazzola è superiore (forse) agli altri sotto il profilo tecnico in fase di spinta.
      In fase di contenimento, tutti i tre attuali gli sono migliori.
       
      Io rimango dell'idea che se quest'anno avessimo avuto Spinazzola, non ci saremmo potuti permettere i tre tenori assieme là davanti.
      Invece, con Robin o Timiti possiamo sostenerli


    • E' vero che all'inizio Castagne era "timido" (meno arrembante),ma e' arrivato qui che aveva solo 21 anni.


  7. Uno se ne andrà, ed è un peccato perché stravedo per tutti e tre. Ma se devo sceglierne uno da tenere assolutamente, dico Timoteo...


    • ...anche io stavedo per tutti e tre, li ho sempre amati....


  8. Dopo circa 18 mesi (Hateboer anche qualcosa di più) di cura Gasp stanno cominciando ad assomigliare agli esterni di cui abbisogna il gioco di quest’ultimo (forse si poteva pensare di prendere qualcuno che non fosse così distante dalle sue esigenze). Nonostante questo alcune lacune sul piano strettamente tecnico (il rinvio sui piedi di Chalanoglu in Atalanta-Milan e il controllo sbagliato a metà campo per il 3 a 3 della Fiorentina sono solo gli esempi più evidenti) rimangono tali e non potranno mai essere veramente colmate perché i piedi o li hai o non li hai.
    La cosa veramente positiva mi sembra sia che, avendo ingranato tutti e tre, finalmente il Gasp li può far turnare in maniera da mantenerne la condizione atletica sempre su livelli più che buoni.
    A mio parere, Castagne si è sempre visto avesse qualcosa in più rispetto agli altri due.


  9. Chi è senza peccato scagli la prima pietra... 
    Il buon Mayer, che ricordo essere persona molto diretta fin da quando era segretario all'Esperia, evidentemente lo è...  e non le ha mandate a dire!
    Tuttavia poteva risparmiarsi la locuzione di  "allenatori bolliti", veramente fuori luogo. 
    #giulemanidaSalvioni
     
     


    • Corretto, ma anche a Frosinone non si e' distinto per acume e diplomazia quando catalogo' la gara come allenamento del giovedi', provocando la giusat reazione dei suoi colleghi locali e la disapprovazione ESPRESSA del Vate che ho condiviso.
      .............va bene essere.....come dici tu "diretti"......
      sed,........est modus in rebus



      • Vero, anche a Frosinone!
        In più ti posso assicurare che quando qualcuno di noi doveva salire in segreteria all'Esperia per giustificazioni, permessi e affini... tremavano le gambe!
        Solo il VateGasp è in grado di tenergli testa...  


      • Claudiopaul70 -
         14/03/2019 alle 11:58
        Credo tu stia sbagliando, era un giornalista Bergamasco a fare quella dichiarazione e non Gasperini 


        • Claudiopaul70 -
           14/03/2019 alle 11:59
          Faccio ammenda.. Avevo letto male... 


    • Salvioni in effetti non è bollito...bollitissimo...e peraltro pure odioso...
      Per il resto ottimo articolo è aspettiamo Arkadiisz!!!


      • Io stimo Salvioni.


      • mi sembra una persona pacata che parla di calcio mentre altri rasentano la compassione, oltretutto è un grosso estimatore di Gasperini


Username:

Password:

Oppure collegati con i canali social:
Commento:



Regolamento Commenti


ARTICOLO 1 - Chi puo' scrivere

Solo gli utenti registrati possono inserire commenti. Il commento va in rete immediatamente sotto l'articolo scelto



ARTICOLO 2 - Registrazione su dati reali

Per registrarti clicca su "Registrati" nel menu in alto in fondo a destra. Se ci lasci un' email non esistente o utilizzi un server anonimo la tua registrazione puo' essere cancellata in qualsiasi momento



ARTICOLO 3 - Gli argomenti trattati

I commenti devono riguardare nei limiti del possibile l'articolo relativo.
I commenti fuori tema (OT - off topic) sono tollerati purchè non insistiti o in palese mala fede. Nel qual caso verra' applicato l'articolo 4



ARTICOLO 4 - Infrazioni e conseguenze

Interverremo su

- Messaggi contenenti volgarità, ingiurie, razzismo, calunnie e diffamazioni. Ai sensi degli Artt. 594, 595 e 660 del Codice Penale tali messaggi potrebbero costituire reato.
- Messaggi che violano le piu' generali convenzioni della buona educazione e del decoro o che in qualunque modo violino o spingano a violare disposizioni di legge o amministrative.
- Doppioni (lo stesso messaggio lasciato sotto piu' articoli)
- Attacchi hackers

I gestori del sito si riservano il diritto di rimuovere, in parte o integralmente, i contenuti dei commenti che non rispondano alle disposizioni di cui sopra. In caso di comportamento insistito l'autore dell'infrazione verrà bloccato in via temporanea o permanente

Il sito mantiene un archivio a disposizione delle autorità preposte affinchè sia possibile risalire all'autore di ogni commento qualora, tramite le suddette autorità, persone o enti che si ritenengono danneggiati, possano far valere i propri diritti, secondo la legge, nei confronti dei responsabili.



ARTICOLO 5 - Finalita' del sito

L'intenzione dei gestori è di adottare qualsiasi misura idonea ad agevolare e continuare un corretto e civile svolgimento del dibattito cercando di operare in modo piu' obbiettivo e trasparente possibile.