Gori: “Faccio autocritica, Atalanta-Valencia non andava disputata”

22-03-2020 14:30
145 C.

Risultato immagini per Atalanta-Valencia

Il sindaco di Bergamo Giorgio Gori, immerso in una situazione drammatica con i contagi da Covid-19 che aumentano ogni giorno di più, fa autocritica dopo alcune decisioni prese rivelatesi poi errate. Intervenuto alla trasmissione ‘Stasera Italia’ di Barbara Palombelli, come riporta calciomercato.com, ha fatto autocritica per non aver vietato la disputa della partita di Champions League Atalanta-Valencia, giocata a San Siro lo scorso 19 febbraio, per l’unità di crisi della Protezione Civile ‘possibile innesco del contagio’: “Faccio autocritica per questo. Abbiamo tutti sottovalutato la gravità di quello che stava arrivando. C’è stato un periodo, anche se solo di pochi giorni, in cui abbiamo sperato di poterne uscire in fretta”. 

DIFFICILE FARE LA COSA GIUSTA- Predicavamo ai cittadini prudenza, di mantenere un metro di distanza, ma anche di continuare a vivere la loro vitaperché vedevamo i fatturati dei negozi e degli alberghi precipitare ed eravamo preoccupati. Questo equilibrio era sbagliato evidentemente, però in quel momento era difficile fare la cosa giusta”. 

Bookmark(0)

By marcodalmen
marcodalmen

145
Inserisci un commento

Please Login to comment
62 Albero dei commenti
83 Albero delle risposte
0 Followers
 
Commento con piu' reazioni
Commenti piu' visti
72 Autori
poggiausfarabundomarcotrismalantana69Marco.Ska Autori di commenti recenti
  Iscrviti  
Nuovi Vecchi Piu' votati
Notifica di
marcotrisma
Membro

GAZZETTA  UFFICIALE 31 GENNAIO 2020....PAGINA  7 !


Buona lettura  ...se  volete !

Huayra
Membro

Ma cosa diavolo sta dicendo costui?1- La partita si è svolta 3 giorni prima della notizia del Paziente 1 (il manager 38enne) e il clima era sereno e tranquillo, si parlava solo dello Spallanzani di Roma.2- Può forse un sindaco di Bergamo impedire lo svolgimento di una partita di Champions League che si svolge a Milano?3- Ma forse, verosimilmente: excusatio non petita, accusatio manifesta. Come ormai ampiamente dimostrato (Gazzetta Ufficiale del 31 gennaio 2020) lui e i suoi amichetti delle alte sfere sapevano già qualcosa che non ci hanno detto mettendo quindi a repentaglio le nostre vite, la nostra salute e la nostra libertà.Che ognuno ne tragga le proprie conclusioni.  

dagliStates
Membro

La mia conclusione è che la penso esattamente come te.

Marco.Ska
Membro

Non facciamo sterile complottismo alimentando bufale conclamate... Lo stato di emergenza al 31 gennaio è stato dichiarato per i due turisti cinesi trovati positivi ed è stato riportato da tutti gli organi di stampa oltre che sul sito del ministero della salute. Prima di scrivere certe cose non sarebbe meglio fare una ricerca su google per verificare che non sia una panzana? 

Huayra
Membro

Vabbeh che probabilmemte sei a busta paga (non è il primo tuo commento in questo stile...e conosco bene questo modus operandi), però dismostrami dove avrei parlato di bufale e fatto complottismo. Ho pure citato la Gazzetta Ufficiale del 31 gennaio 2020, e fidati di ricerche ne faccio a vagonate. Ormai troppa gente spara a vanvera le parole "bufala" e "complotto" tanto per darsi un tono da sapiente (che però ahimè in realtà non è, come hai ampiamente dimostrato col tuo messaggio). Informati e usa il cervello (sempre che tu ne sia in possesso).

Marco.Ska
Membro

Io a libro paga? No, guarda...al limite sono un volontario del buonenso. Visto quello che stiamo passando penso che alimentare notizie false sia la cosa più sbagliata da fare. Io in questi giorni sto costantemente litigando con no-vax e complottisti vari, perché tutto posso accettare ma non che si manchi di rispetto alle centinaia di morti che stiamo piangendo.


 


Comunque visto che mi domandi dove hai parlato di bufale, ecco la risposta: "Come ormai ampiamente dimostrato (Gazzetta Ufficiale del 31 gennaio 2020) lui e i suoi amichetti delle alte sfere sapevano già qualcosa che non ci hanno detto mettendo quindi a repentaglio le nostre vite, la nostra salute e la nostra libertà." Basta una semplice ricerca su google con parola chiave "stato di emergenza" e data 31 gennaio per vedere numerosi articoli su Corriere, Repubblica, Fanpage, Eco di Bergamo...ma anche sul sito della protezione civile e del ministero della sanità...stato di emergenza dichiarato dopo aver trovato positivi i due turisti cinesi ricoverati allo spallanzani.


 


Dunque non c'è nulla di segreto, a meno che tu abbia informazioni di omissioni da parte delle alte autorità, ma in questo caso sarebbe opportuno che tu denunciassi tutto alle autorità competenti piuttosto che scriverlo su un sito di tifosi...


 


Con affetto..

Huayra
Membro

E dove sarebbe il complottismo?


Non ho bisogno di leggere alcun articolo di giornale o di fare la tua benedetta ricerca su google, quando dispongo (e lo potresti fare anche tu se lo volessi...ma la devi anche leggere però) direttamente della fonte ossia, te lo ripeto vediamo se lo capisci, della Gazzetta Ufficiale del 31 gennaio 2020 che decreta lo stato di emergenza per mesi 6 (S-E-I). 


Per il resto ho capito a quale categoria appartieni, per cui non insisto oltre quindi per quanto mi riguarda chiudo qui.


Buona continuazione.

Marco.Ska
Membro

Ripeto per la terza volta: stato di emergenza dichiarato per aver trovato positivi due turisti cinesi. Se tu hai notizie differenti e sei a conoscenza di gravi omissioni fai apposita denuncia. 


Buona giornata 

lantana69
Membro

Mi sa proprio che ti conviene chiuderla qui, vista la topica che hai preso... 

maracaniggia
Membro
maracaniggia

Comunque si è cominciato a parlare di Atalanta Valencia  SOLO DOPO la lettera di Cuginus  al sito. A me da da pensare che qualcuno abbia preso la palla al balzo.

Huayra
Membro

Lettera inutile e che qualcuno con smania di protagonismo poteva tranquillamente evitare di scrivere r qualcun altro di pubblicare.

labilehc
Membro

E perché?

Angeleri
Membro
Angeleri

Non sapevo che le partite di Champions dipendono dalle autorizzazioni di un sindaco. Boh 

Rudenko
Membro

per di più disputata a Milano

abitoallostadio
Membro
abitoallostadio

ahi ahi ahi Gori, se scivolato ed hai fatto autogol: non è mai difficile fare la cosa giusta se la priorità è la salute. Tanto di cappello che l'hai ammesso, ma a pagare, questa volta con la vita, sono gli innocenti, o meglio, le persone che sono state tenute nell'ignoranza. Fanculo i fatturati.

dth
Membro
dth

Leggo un sacco di opinioni insensate in questa discussione.


1) Credo che purtroppo sia vero, e che la partita abbia aiutato a diffondere l'infezione in modo significativo.
All'epoca della partita c'erano ancora pochi casi ma 45.000 persone stipate per diverse ore in auto ed autobus stracolmi e poi i bicchieri di birra scambiati e due ore di aerosol di droplets prodotte da canti ed urla ha sciuramente portato in una sera il numero di infetti da poche decide ad alcune centinaia. Queste persone poi a loro volta hanno portato a casa e diffuso l'infezione tra parenti e colleghi. I tempi di incubazione e le curve dei contagi sembrano davvero suggerire che la partita abbia avuto un ruolo significativo.


 


2) Gori ha ammesso di aver sbagliato a non chiudere e lo ha anche ammesso, ricordiamoci però di essere stato il primo paese occidentale colpito e la prima città colpita così duramente. Chiudere attività o città non sono decisioni facili e con il senno di poi sono bravi tutti. E' come quella storiella del preside: le previsioni danno neve e il preside deve decidere se chiudere o meno la scuola. Se non chiude e nevica fa un grosso errore, ma se chiude e non nevica fa la figura dello scemo. Solo che in questo caso se il preside chiude la scuola riduce le probabilità che nevichi.


Si sarebbero potute prendere decisioni migliori? Si, come ammesso da Gori. Erano decisioni facili e scontate? Col senno di poi si, ma in quei giorni quanti di noi si sarebbero immaginati questo disastro?


 

Rudenko
Membro

Certo che la partita è stata un'occasione di contagio (e chi lo nega?).... lo è stata così come lo sono state le passeggiate a orio, le adunate nei supermercati, ai bar, nei ristoranti le assemblee di partito ecc...


Ma fare della partita il capro espiatorio, l'evento zero del contagio, è sciocco ed illogico e servirà, temo, a tanti "esperti" e politici (quelli che "era solo un'influenza", che "tutto è sotto controllo") per dare la spiegazione di comodo sui motivi della strage che si sta perpetrando in alcune zone della lombardia.


Ma è una spiegazione monca, che non spiega molte cose: non spiega perchè e quando il virus sia effettivamente penetrato nel nostro tessuto sociale; non spiega perchè l'ampia diffusione riguardi anche la zona di Brescia e quella di Cremona, ma non Varese, Como, Monza (a meno che tanti bresciani si siano intrufolati in incognito nella gara di Milano)! Non spiega perchè in altre zone d'Italia e (e d'Europa), dove le partite si giocavano fino a ieri, il numero dei contagi e dei morti sia decisamente inferiore e con tempistiche assai differenti e ritardatarie rispetto a noi!


Quanto a Gori, la mia non è un'accusa.... è una constatazione. Lui non doveva e non poteva annullare la partita di andata di Champions perchè non si sapeva ancora nulla. Il paziente di Codogno è di due giorni dopo! Quindi, a meno di un errore dovuto allo stress del momento, cosa significa quel pentimento? Che già si sapeva qualcosa prima?

maurom72
Membro

È quello credo che ci chiediamo tutti...passata la buriana, quando questa tragedia sarà speriamo presto solo un tristissimo ricordo, credo che si debbano dare molte spiegazioni

Baloo
Membro
Baloo

Non c'è stato nessun politico, nessun partito,  nessuno, ma proprio nessuno che ha previsto una cosa del genere. Né in Italia né altrove. Neppure quelli che ora accusano. Non è certo solo per la partita dell'Atalanta che si è diffuso il virus. Se abbiamo dei politici incapaci, e ritengo che Gori non sia uno di quelli, è perché ce li meritiamo. 

pag66dea
Membro
pag66dea

Il punto sta proprio qui. Ma da chi siamo comandati noi ? A dicembre quando la cina ha deciso,di mettere agli arresti domiciliari( non potevano uscire da casa ) 60 milioni di persone, io una domanda me la sono fatta, che cavolo succede? Ma noi comuni mortali, le notizie le abbiamo dalla tv e giornali( e noi abbiamo un giornale soprannominato bugiardino ), ma quello che mi chiedo io dio santo!!! i nostri politici ( ma non solo i nostri ) non si sono informati su cosa succedeva? sul contagio ? su chi colpiva? cosa fare ? nulla di nulla, nemmeno le mascherine abbiamo. Che sia stata la partita, è uno dei fattori probabili,ma non è solo quello. Questo virus è altamente contagioso, noi cosa abbiamo fatto ? messo in quarantena 9 comuni. Ridicolo.

magallanes1
Membro
magallanes1

Si intende col sennò di poi, non l avrei fatta giocare.


Visto I casi anomali di polmonite già presenti a fine novembre nella bergamasca e nel milanese e cio' per i modelli statistici è sintomo di diffusione del virus su scala locale ed è quindi evidente che il virus fosse diffuso su tutto il territorio e dalla seconda metà di febbraio su larga scala. Quando ragioniamo sul numero di contagiati dovremmo ragionare che le cifre sono vicine ai due zeri in più, rispetto a quelle comunicate. 


Alcune precisazioni: gori non ha competenza sui comuni di alzano e Nembro, ma l avevano stato e regione. La regione può emettere ordinanze restrittive. 


 

wigners_friend
Membro

Col senno di poi, avremmo dovuto fermare tutto sin da fine gennaio. Almeno.

APECAR
Membro
APECAR

"Quanto clamore per una banale influenza" , questo ce lo dicevano studiosi di fama, poi tutti a puntare il dito contro uno dei pochi momenti di gioia di quest'anno. 


Gradirei conoscere anche la data dell'altro match che ha portato ad un accanimento della peste del 1630 nella nostra provincia.......

TrueYou
Membro
TrueYou

Non è proprio il momento storico per cercare fantomatici colpevoli a un fenomeno che TUTTI quanti, comprese le menti eccelse, hanno sottostimato in maniera clamorosa, nel 2020.


Siamo tutti bravi con il senno del poi a trovare colpevoli, ma credo che tanti che qui dentro vorrebbero la testa di questo o quel personaggio, magari il 9 marzo erano sulle piste da sci. 


Quindi, ora più che mai, silenzio. 

Oiggaiv
Membro
Oiggaiv

In parte hai ragione,ma ci sta' che la gente normale non abbia avuto la percezione del pericolo...( non è un terremoto.) 


Ma i dati e la percezione del pericolo avrebbe sicuramente dovuto averla chi di competenza.

lantana69
Membro

Ho sbagliato a mettere non piace, sorry

AlexInFolle
Membro
AlexInFolle

Cerca di distogliere l attenzione dalla vera causa del disastro : quello che è successo all ospedale di alzano e il non aver blindato alzano e nembro come codogno. Ricorderemo anche questo, caro Gori.

partenodea
Membro
partenodea

Scusa ma Gori e' il sindaco di Bergamo, cisa c' entra cin Alzano e Nembro? Cominciamo a ricordare questo.

farabundo
Membro

che minkia c'entra ol gori con nembro e alzano...


mah

maracaniggia
Membro
maracaniggia

Non ha detto  che c'entra!


Ha detto che "cerca di distogliere l'attenzione" sul tanto menarla con Nembre e Alzano, Alzano e Nembro senza prendere un provvedimento. 


Io sono d'accordo.  Facile dar la colpa ad una partita.

Brasa
Membro

La dichiarazione mi sembra davvero folle... non c'è una singola persona in tutto il mondo che avrebbe annullato la partita in quella data, quindi non capisco quale possa essere il rimorso sul proprio operato in tale occasione...


Un altro conto é dispiacersi della sfortunata coincidenza di date, magari una settimana dopo si sarebbero potute prendere decisioni diverse (anche se poi è tutto da dimostrare che la situazione sarebbe cambiata radicalmente).

mude70
Membro
mude70

Sono d’accortissimo con te!M

meperme
Membro

Leggete questo articolo ben fatto sul New York times e capirate che la partita puo centrare, ma che comunque non è il punto.


Articolo si intitola "L’Italia, nuovo epicentro della pandemia, ha lezioni per il mondo" è in italiano.


 


 


Stiamo uniti. Forza Bergamo 

giuliano70
Membro

Letto. Bel riassunto di tutti i pasticci.

Rudenko
Membro

Mamma mia, leggere tanti errori in una volta fa ancora più male. Incompetenza e avventatezza.

gangaisland
Membro
gangaisland

Per come sono andati i fatti la partita non centra niente, 


Tutti in  quella data sottovalutavano, indicando di non essere discriminatori verso i cinesi.


Il problema primario è stato non aver chiuso Alzano e Nembro quando sindaci e regione l'avevano più volte richiesto ma il ministro dell'interno (unico che poteva farlo) ha perso tempo, forse su pressione di confindustria non ha eseguito quello era più logico.Anzi intimando i sindaci di non prendere iniziative. 

farabundo
Membro

togli il forse


 

ronny52
Membro

Io penso che ormai sia evidente che l'insorgere del coronavirus sia stato sottovalutato soprattutto da chi avrebbe dovuto darci istruzioni  mediche.


Mi ricordo che nei primi giorni si parlava sempre dello Spallanzani di Roma e del Sacco di Milano. Non ne conosco il nome, ma proprio una virologa dell'ospedale milanese aveva ripetuto su tutte le reti nazionali che si trattava di una specie di influenza magari un po' più agressiva ma che non dovevamo preoccuparci.


Dire che Atalanta Valencia sia stata una bomba biologica mi sembra comunque un'esagerazione. Come ha già scritto qualcuno: gli spettatori presenti non venivano di certo tutti o in maggioranza dalle zone di Alzano-Nembro.


Come apparso sul ns.sito alcuni giorni fa, un giornale di Valencia, aveva pubblicato in prima pagina la foto della partita di S.Siro con la frase che tutto era cominciato lì.


Per questo, suggerisco a chi ha voglia di cercare sul web la pagina  di EL PAIS di mercoledì 4. marzo 2020: https.//pressreader.com/article/281496458331728


Io non conosco lo spagnolo ma questo articolo ci racconta che la  prima persona  morta di i coronavirus a Valencia  è del 13.02.2020

prytz
Membro
prytz

Grismondo, si chiama Grismondo 

unodibergamo
Membro

Credo che il senso delle sue dichiarazioni fosse: con il senno di poi aver consentito che un evento con 45000 persone si svolgesse forse non è stato opportuno, ma al momento nessuno aveva chiara la gravità della situazione 

maurom72
Membro

Ecco, così ha un senso...senza dietrologie o congetture magari si voleva solo esternare un fatto penso incontrovertibile che se si avesse avuto la percezione della gravità della situazione quella partita con 45000 persone sarebbe stata da evitare...ma è altrettanto incontrovertibile, almeno fino a quando ci verrà detto il contrario, che il coronavirus non era assolutamente di attualità, almeno in Europa, Italia e quindi Lombardia in quella data

SubbuteoGroup
Membro
SubbuteoGroup

Da fine ottobre a prima dell'attuale emergenza, a Bergamo sono morte 300 persone di polmonite, molte delle quali definita "anomala".


Il virus probabilmente girava già, alla Gavazzeni hanno iniziato a riorganizzare i reparti, segno che l'alleata da qualche parte era arrivata.


Non certo da Gori, che nel frattempo invitava la gente ad uscire e a continuare la vita di sempre.


E come lui quasi tutti noi abbiamo continuato  a fare le cose di sempre.


L'alibi della partita di San Siro, non regge come spiegato da molti sotto, sia per i tempi che per le dinamiche.


E poi i bresciani, i pesaresi, i bolognesi non c'erano e quindi, qualcosa non torna.


Quello che è certo, è che il focolaio di Alzano ha potuto propagarsi per scelte sbagliate dei nostri governanti a tutti i livelli e di tutti i colori.


Chi ha sentito Cacciari oggi a Sky, ha sentito le cose dette in maniera corretta, anche per quanto riguarda il futuro.


Ormai conta solo far gruppo e non mollare, anche se ogni giorno è sempre più dura.

Guinness
Membro

Bresciani pesaresi e bolognesi erano a Pesaro una settimana dopo per la final eight coppa Italia di basket

Guinness
Membro

Insieme ai cremonesi

SubbuteoGroup
Membro
SubbuteoGroup

Se per quello anche Brindisi, Sassari, Trento e Venezia.


Con seguito di tifoserie, sopratutto Brindisi e le due bolognesi, importante.

Guinness
Membro

Infatti Sassari ha 5 volte i contagiati di Cagliari , Trento idem quasi 1000

moreto
Membro

Con molta onestà scientifica e intellettuale va detto che non puó essere stata quella partita il detonatore


piuttosto , quando arriverà il momento , si metta chiarezza sui pasticci fatti sll'ospedale di Alzano e alla scelta scellerata dettata da meri ragionamenti economici e finanziari ,di non farr la zona rossa ad Alzano Nembro e limitrofi e di non utilizzare in quel contesto il ketodo Vo che ha permesso scientificamente di contenere e quasi risolvere il problema in quel paese focolaio !


basta cazzate ! Basta sparate ! Basta stronzate !

mino56
Membro

Gori autocritica : non diamo la colpa ai cinesi  e poi va mangiare in un ristorante cinese.


Non dobbiamo aver paura ad uscire e va a mangiare da Mimmo.


Se uno che deve dare garanzie e mi fa certi autogol.

Berta35
Membro

Non sono d'accordo con Gori. Per quanto mi riguarda seguono la "vicenda Coronavirus" da circa metà gennaio, ma perchè ci è stato chiesto per alcune materie universitarie. Il primo contagio confermato in Italia è stato il 21 febbraio, 2 giorni dopo la partita. Prima di questo penso che nessuno si sarebbe immaginato cosa sarebbe successo. L'errore a mio parere è stato non mettere "zona rossa" la bassa Valseriana non appena si era visto che i contagi aumentavano esponenzialmente. Paradossalmente non è stata messa "zona rossa" a Nembro, Alzano e limitrofi neppure quando il numero di contagi erano molto superiori a quelli di Codogno e Lodi. Questo è stato un errore!

Lupogrigio62
Membro
Lupogrigio62

Lavoro in Val seriana e confermo quanto hai detto.


Quando ci sono stati i casi di Alzano e Nembro è stato subito chiaro a chi aveva seguito un poco la vicenda cinese che bisognava chiudere la zona.


Decisione difficile certo, ma facendo finta di nulla, in un paio di settimane la valleè diventata un lazzaretto.


Berta35
Membro

Basta vedere in Cina a Wuhan, sono riusciti a chiudere tutto completamente per 2-3 settimane ed ora, da qualche giorni, hanno praticamente azzerato i contagi e piano piano ritornano alla normalità

wigners_friend
Membro

Comunque leggendo anche altri siti mi pare che Gori parli in generale, abbiamo sottovalutato il problema/dicevamo di continuare normalmente con piccole precauzioni, enon che avrebbe dovuto vietare la partita (che cita giustamente nel grosso delle cose che hanno contribuito a diffondere il contagio), oltretutto anche volendo non era in suo potere farlo. Il virgolettato nel titolo non è esatto, mi sembra.

Barbie
Membro

Gori o non si ricorda bene, o non la racconta giusta


il giorno che si è fatto Atalanta-Valencia ,non si era ancora verificato il discorso del paziente 1 di Codogno ed il corona virus era solo una cosa Cinese che vedevamo verso fine telegiornale di sfuggita


oppure


in qualità di sindaco aveva in mano altre notizie,report,bollettini che lo avvisavano,


ma questo aprirebbe altri scenari anche sul governo e su quelli che si facevano veder nei ristoranti cinesi a mangiare gli involtini primavera e nelle scuole cinesi ad abbracciare i bambini,


se sapeva qualcosa Gori,lo sapevano uguale anche loro,la cosa sarebbe molto più grave


 


 

neroneroblu
Membro
neroneroblu

L errore è stato fatto nel riaprire l ospedale di alzano troppo presto, li è partito il grosso focolaio bergamasco.. 


E ovviamente non blindare come zona rossa i due comuni non ha fatto altro che peggiorare la situazione


È stato sottovalutato da tutti il problema e resta solo da sperare che le limitazioni di queste ultime due settimane portino qualche beneficio 

wigners_friend
Membro

Non capisco poi come Gori avrebbe potuto vietare una manifestazione che non si teneva sotto la sua giurisdizione, al massimo avrebbe potuto vietare la disputa di Atalanta-Roma.

Paramo
Membro
Paramo

Ho visto la trasmissione.


Gori NON è stato all'altezza, soprattutto perchè non si era preparato.


Chiedo a voi tutti.


Quando avete sentito parlare di Coronavirus in Italia?


Qualcuno ne sapeva qualcosa prima di andare a San Siro?


Qualcuno ne parlava?


NO!!!!


NESSUNO!!!!!


Perchè il primo caso in Italia è stato il 21.


DUE GIORNI DOPO LA PARTITA!!!!!


Il Covid-19, per tutti noi, era faccenda solo asiatica fino al 21 febbraio.


Per la nostra partita non ci fu alcun appello. Alcun dubbio, alcun botta e risposta. Non ci fu alcun avvertimento.


Nessuno ancora sapeva del Covid-19 in Italia.


Almeno, nessuna persona comune.


Se poi i politici l'avessero saputo prima e non avessero informato, non è dato sapere.


Tant'è che pure i medici tedeschi, pur sapendolo dal 24 gennaio, non hanno fatto trapelare la notizia, fino a che in Italia non si era già in emergenza da una settimana.

Lucafro
Membro
Lucafro

Esatto.


Invece, avessero fatto zona rossa la bassa seriana, adesso qualche cento morti in meno ci sarebbero. 


Lì si che va fatta autocritica.

Cate
Membro
Cate

Prima di Atalanta-Valencia l'unica cosa di cui i bergamaschi parlavano (compresi quelli a cui non frega niente del calcio) era la partita.


Del coronavirus si parlottava qua e là, io per esempio ne avevo discusso un po' con una mia amica che studia biotecnologie mediche al San Raffaele e si è laureata in triennale con una tesi sui vaccini influenzali, giusto per chiederle chiarimenti sulle notizie contrastanti che arrivavano dalla Cina.


È certo che finché le cose non succedono a te non te ne frega niente. Quando comincia a tremarti la terra sotto il culo, però...


In ogni caso, secondo me l'errore grosso è stato fatto dopo.


Ma ora non c'è tempo di recriminare, bisogna soltanto sperare che i medici, gli infermieri e gli ospedali in generale continuino a tenere duro.

maurom72
Membro

Proprio così...io sono venuto da Roma per la partita e a tutto stavo pensando che al coronavirus... conoscevo questa cosa come tutti noi quando cerchiamo notizie dal mondo ma mai e poi mai proprio perché non se ne aveva sentore qui da noi lo avvertivo come minaccia... è divenuto un fatto di cronaca Italiana due giorni dopo...o almeno noi comuni mortali questo sappiamo

orobico72
Membro

Nembro ed Alzano (io sono di Alzano) andavano chiuse tempo fa. Abbiamo.avuto enormi perdite (umane) ma nessuno che spieghi perchè non sia stato fatto. Che poi molti contagi ci saranno stati in quella partita è vero, ma non mi sembra il problema principale

AVB
Membro

Ma è quello che afferma!

AVB
Membro

Non era per te, scusa.


Credo che stessero pensando di chiudere la Lombardia e colpevolmente hanno tardato con alzano

erasmus
Membro
erasmus

Ma chi sei Gori o qualche suo parente? Non ricordi che lui con tutta la giunta era andato al ristorante cinese ( gli altri erano razzisti) e poi con la consorte da Mimmo (Come si farà a citare un ristorante) ? 

AVB
Membro

Non capisco come si possa reagire così negativamente ad affermazioni così oneste : non dice che la partita è la causa, ma che può aver favorito la diffusione  , che ha sottovalutato come molti ....etc..


E poi quante contraddizioni nei vari commmenti, ora molta cautela e prudenza 


Auguri a tutti


 

michi1907
Membro

alà gori...sono cose che non si sapranno mai e poi il primo caso fu 2 giorni dopo la partita, forse nostradamus l'avrebbe saputo


e poi sbaglio o c'era qualcuno che chiedeva la normalità e addirittura fare aperitivi?

AVB
Membro

Ma è quello che afferma!

Mapi-BA
Membro
Mapi-BA

Non vivo a Bergamo e vorrei una conferma. È vero che alla data del 19 febbraio Gori già predicava ai cittadini di stare a un metro di distanza come riportato nell'intervista?


A me non risulta che il sindaco della mia città a quella data ci avesse rivolto lo stesso invito.


E perché avrebbe dovuto farlo Gori e Decaro no? Cosa aveva, alla data incriminata del 19 febbraio,  Bergamo di diverso da Bari (a parte ovviamente una meravigliosa squadra di calcio).


Forse Gori aveva previsto che la situazione era già preoccupante a Bergamo mentre le autorità di altre città non si ponevano minimamente il problema? Boh, c'è qualcosa che non torna.

spank
Membro
spank

No, a quel tempo nessuno aveva mai parlato del metro di distanza ecc. Non vorrei che Gori si stia confondendo con le date...

Regolamento Commenti


ARTICOLO 1 - Chi puo' scrivere

Solo gli utenti registrati possono inserire commenti. Il commento va in rete immediatamente sotto l'articolo scelto



ARTICOLO 2 - Registrazione su dati reali

Per registrarti clicca su "Registrati" nel menu in alto in fondo a destra. Se ci lasci un' email non esistente o utilizzi un server anonimo la tua registrazione puo' essere cancellata in qualsiasi momento



ARTICOLO 3 - Gli argomenti trattati

I commenti devono riguardare nei limiti del possibile l'articolo relativo.
I commenti fuori tema (OT - off topic) sono tollerati purchè non insistiti o in palese mala fede. Nel qual caso verra' applicato l'articolo 4



ARTICOLO 4 - Infrazioni e conseguenze

Interverremo su

- Messaggi contenenti volgarit?| , ingiurie, razzismo, calunnie e diffamazioni. Ai sensi degli Artt. 594, 595 e 660 del Codice Penale tali messaggi potrebbero costituire reato.
- Messaggi che violano le piu' generali convenzioni della buona educazione e del decoro o che in qualunque modo violino o spingano a violare disposizioni di legge o amministrative.
- Doppioni (lo stesso messaggio lasciato sotto piu' articoli)
- Attacchi hackers

I gestori del sito si riservano il diritto di rimuovere, in parte o integralmente, i contenuti dei commenti che non rispondano alle disposizioni di cui sopra. In caso di comportamento insistito l'autore dell'infrazione verr?| bloccato in via temporanea o permanente

Il sito mantiene un archivio a disposizione delle autorita' preposte affinchè sia possibile risalire all'autore di ogni commento qualora, tramite le suddee tte autorita' , persone o enti che si ritenengono danneggiati, possano far valere i propri diritti, secondo la legge, nei confronti dei responsabili.



ARTICOLO 5 - Finalita' del sito

L'intenzione dei gestori è di adottare qualsiasi misura idonea ad agevolare e continuare un corretto e civile svolgimento del dibattito cercando di operaree in modo piu' obbiettivo e trasparente possibile.