Home In Evidenza Il patron del Leeds United punta l’Atalanta?

Il patron del Leeds United punta l’Atalanta?

67

Radrizzani punta l’Atalanta: il patron del Leeds United studia uno scambio di quote

La promozione in Premier League del Leeds non è necessaria a limitare gli orizzonti del patron Andrea Radrizzani, che punta da tempo all’approdo in Serie A. Ci ha provato con l’acquisto del Genoa, poi naufragato nonostante un’offerta da 105 milioni di euro.

Ora è il turno dell’Atalanta, quel prodotto quasi perfetto confezionato dalla famiglia Percassi a servizio del calcio italiano. Secondo quanto riportato da calciomercato.com, gli ottimi risultati ottenuti negli ultimi anni sotto la gestione tecnica di Gian Piero Gasperini hanno attirato le attenzioni dell’imprenditore italiano.

Si tratta di primi sondaggi, ma le intenzioni della Gestio Capital (società di Radrizzani) sono chiare: attuare un piano basato sullo scambio di quote che garantirebbe a entrambi i proprietari di mantenere il controllo sul club di appartenenza e sbarcare l’uno nel campionato italiano e l’altro (in questo caso i Percassi) in quello inglese.

Stuzzica, dunque, l’ipotesi che le parti stiano ragionando a un’alleanza in grado di generare valore biunivoco e aprire le porte a nuove frontiere di guadagno. E chissà se, entro la fine della stagione 2020/21, si arriverà a un accordo. (90min.com)

Bookmark(0)

67
Inserisci un commento

Please Login to comment
37 Albero dei commenti
30 Albero delle risposte
0 Followers
 
Commento con piu' reazioni
Commenti piu' visti
43 Autori
LOERpdmgioariroFork87Solda Autori di commenti recenti
  Iscrviti  
Nuovi Vecchi Piu' votati
Notifica di
LOER
Membro
LOER
continuo a pensare che dubitare di questa dirigenza sia quantomeno ingeneroso oltre che masochista. squadra al suo top storico e c'e' chi si perde in congetture disfattiste ( )
pdmgio
Membro
pdmgio
Positivo l'innesto di nuovi capitali, ma basta che non si creino problemi a livello gestionale/decisionale all'interno del nostro bel giocattolino!
ariro
Membro
ariro
l'Atalanta deve avere una continuità
con proprietà locali che pur con possibilità e capacità diverse nella gestione
hanno sempre fatto il possibile per la ns. squadra.
Alla larga dagli Affaristi, . Troppi esempi negativi in tal senso.
Solda
Membro
Solda
Lasciamo perdere, per carità..
melu87
Membro
melu87
ben venga se serve a far crescere il club..si parla di scambio di quote, non di acquisto dell'Atalanta. non andiamo in ansia
ReMo
Membro
ReMo
Come per tante realtà industriali, il nostro paese è diventato terra di conquista e tantissimi marchi prestigiosi sono passati di mano, a realtà straniere. Ci va giusti bene col patrimonio monumentale dove, al momento, nessuno ha optato per lo smantellamento e la ricostruzione in paesi esteri. Che venga manifestato un desiderio siffatto è di per sè preoccupante, Spero che la dirigenza tenga a mantenersi la proprietà. L'Atalanta, come la città, non sono in vendita.
marcotrisma
Membro
marcotrisma
Solo chiacchiere ? Intanto il sasso e' lanciato , vedremo quando...cadra' !
thealamo
Membro
thealamo
Di solito......(come BEN insegna latra Famiglia "storica" del....neo-capitalismo BG) queste.....trattative si fanno in gran segreto e si annunciano SOLO QUANDO formalizzate.
Ergo..... mipongo una domanda....
premesso che appare plausibile l'ipotesi di...abboccamenti reciproci...
premesso che questi avrebbero dovuto LOGICAMENTE resrtare il piu' riservati possibile......
Mi domando: Qule delle due parti in causa ha piu' a guadagnare dal risalto mediatico e dal battage pubblicitario della vicenda??
ah....ecco...... eggia'...............
thealamo
Membro
thealamo
(come ben insegna altra.....
LOER
Membro
LOER
io dall'articolo capisco senza dobbi che si tratterebbe di scambio di quote quindi cedi il 30% dell'Atalanta per avere il 15% del leeds (o di piu' qui dipende dalla bravura nei negoziati). buona azione finanziaria e la catena di comando inalterata. mi pare davvero una operazione win\win. ricordiamoci che soci di minoranza (pagano e non hanno potere decisionale coercitivo) sono sempre benaccetti.
il rischio che vedo io e' che Percassi vede che enormita' di soldi girano in inghilterra e' decide di comprarsi lo united e investire meno nella Dea
marvin
Membro
marvin
Fork87
Membro
Fork87
L'Atalanta è una società con i conti apposto e in utile, con una brand reputation in continua crescita a livello globale e un progetto solido.
Non capisco perchè i Percassi dovrebbero cercare qualcuno con cui "spartire" il frutto dei successi.
Il processo di crescita è in fase di sviluppo, i soldi non mancano e il livello continua a salire.
Piuttosto aprirei ad un 10-15% da cedere all'azionariato popolare.
Riccardo88
Membro
Riccardo88
Ammesso che sia vero, perchè c'è qualcuno che gli offre di entrare nel business calcistico nazionale più ricco che ci sia: quello inglese della Premier.
Fork87
Membro
Fork87
Si ho visto poi il video di Otis ( ) e spiega bene la cosa. Così ha senso ma hey, guarda che l'azionariato popolare non è una brutta idea pensaci
pippi74
Membro
pippi74
Voci che ho sentito un mese fa parlavano dell’amico Ferrero ( nutella) che voleva entrare in società con percassi . Fonte un amica che lavora alla Ferrero
firefox78
Membro
firefox78
Magari!!! Ferrero è l'uomo più ricco in italia....
Dago7
Membro
Dago7
Dipende quanto investe e come, anche Berlusconi è uno degoi uomini più ricchi d'Italia, ma negli ultimi 10 anni al Milan ha fatto disastri
michi1907
Membro
michi1907
vabbe qualcosa ha vinto in carriera berlusconi, il presidente piu vincente di sempre
pippi74
Membro
pippi74
prytz
Membro
prytz
dai ! Nutella per tutti gli abbonati ! .. per i voucher, vediamo : "Se fate i bravi"
moreto
Membro
moreto
Marcutio
Membro
Marcutio
Francamente non me ne intendo, e non capisco cosa cambierebbe avere delle quote incrociate.
Potrebbe essere utile per poter parcheggiare in Inghilterra i giovani a farsi le ossa in un ambiente internazionale?
Riccardo88
Membro
Riccardo88
Penso che, prima che obiettivi sportivi, una cosa del genere abbia obiettivi finanziari e commerciali.
Radrizzani e il suo gruppo operano nell’ambito dei diritti tv e commerciali legati soprattutto allo sport se ricordo bene.
michi1907
Membro
michi1907
potrebbe essere utile per entrambi per notorietà in primis e guadagni in secundis
thealamo
Membro
thealamo
Puro bussiness finanziario, i profili sportivi vengono assai dopo.
Si potrebbe anche ipotizzare....che "una parte " sia il cavallo di troia per l'altr per entrare nel bussines di riferimento di quersta seconda....
col tempo....capiremo
yrbaf58
Membro
yrbaf58

Non vedo lo scandalo, se la maggioranza delle azioni rimangono agli attuali proprietari. Anzi, io che ho vissuto per motivi di lavoro dal 2009 al 2016 in un subborgo di Londra, Tottenham, conosco molto bene le situazioni finanziarie dei club inglesi, il fatturato che generano anche club di premiership, roba che la nostra serie b si sogna, per cui se dovesse venire una joint venture tra la ns Dea e una squadra inglese, naturalmente sana, ben venga si aprirebbero orizzonti molto suggestivi per noi. Allora si che potremmo sognare in grande, perchè credo, opinioni personale, che fra un pò di anni noi in Italia non so quante squadra si potrà salvare da un probabile fallimento. Cellino ha dovuto cedere il Leeds perchè aveva promesso cose che non poteva permettersi. In Inghilterra non puoi sgarrare sia che ti chiami Tottenham o Brentford. Comunque come vada....sempre forza Atalanta.

firefox78
Membro
firefox78
Ho letto da qualche parte che solo di diritti TV il Leeds prenderà circa 100 milioni di sterline!!!!
Kejo
Membro
Kejo
Parto con un sorriso di affetto verso chi si scandalizza e si appella al Sig. Percassi. L’idea di sharing di proprietà è una bella e innovativa idea che potrebbe dare una ulteriore svolta e novità non indifferente. Ma sapranno le parti capire se vi saranno i presupposti
lele
Membro
lele
Soprannominato Momi, ma non ricordo il perché
lele
Membro
lele
Mio paesano e del mio stesso rione.
... e pensare che da piccolo giocava a calcio con me all'oratorio...
Ne ha fatta di strada.
Ricordo che era un ottimo e veloce giocatore, se non ricordo male era un'ala destra, sempre disponibile e brava persona a modo, ora non saprei.
zizzi1955
Membro
zizzi1955
Anche Percassi è un imprenditore e come tale pensa al profitto, ma è bergamasco e tifoso della nostra Atalanta. Quindi Mai.
Oiggaiv
Membro
Oiggaiv
Krakatoa
Membro
Krakatoa
Per quanto mi riguarda... MAI.!!!
Clod1907
Membro
Clod1907
Probabilmente sono chiacchiere.
Però in un contesto che evolve a favore dei grossi club, forme di aggregazioni delle squadre "provinciali" "può essere la soluzione per competere ad alti livelli.
Clod1907
Membro
Clod1907
... possono essere...
Riccardo88
Membro
Riccardo88
Leeds ha più di 770 mila abitanti e il West Yorkshire (la contea di cui è capoluogo) ne ha più di 2 milioni. Provinciale mica tanto...
sciampolion
Membro
sciampolion
Basta dire no in maniera educata....qual'è il problema.....
Gerry64
Membro
Gerry64
Anche no........
Dobbiamo opporci ai finanzieri filibustieri.
Se non c'è passione è meglio che se ne stiano a casa loro.
Resistere, resistere, resistere.
crazyhorse200
Membro
crazyhorse200
Col pozzo di petrolio nel giardino
paolo_trei
Membro
paolo_trei
Crazy ormai i petrolieri sono in disarmo...
crazyhorse200
Membro
crazyhorse200
Se Percassi vende ....vende as in Arabo col prezzo di petrol nel giardino. Altro che
Con 105 miliioni non ti compreresti la Dea . Forse il doppio
malizia
Membro
malizia
Non mi stupirebbe una cessione di Percassi , venderebbe ai massimi ...
vedremo
Riccardo88
Membro
Riccardo88
Infatti... se vuol massimizzare l’investimento, non penso possa aspettare molto.
Quando gli ricapita di vendere le quote dell’Atalanta in Champions?
malizia
Membro
malizia
Esatto, più di così non potrà essere il valore della società ...spero di no ovviamente , ma se arrivasse un offerta molto alta venderà
firefox78
Membro
firefox78
Certo che sembrano le stesse parole dette da Hateboor quest'estate..... Però lui è stato massacrato!!!! Se leggesse i commenti il .....
Baja66
Membro
Baja66
Speriamo non arrivi l'offertona irrinunciabile.....
firefox78
Membro
firefox78
Prima della fine del cantiere dello stadio???? Magari una quota ma penso voglia mantenere il controllo della proprietà fino a fine lavori....
Riccardo88
Membro
Riccardo88
Infatti nell’articolo si parla di una quota.
E che l’obiettivo di Radrizzani sia creare un gruppo di 3/4 club europei senza essere l’unico padre-padrone è noto.
Baja66
Membro
Baja66
Radrizzani, raddrizza la Lazzie che ce ne bisogno !
firefox78
Membro
firefox78
Penso che nel campo finanziario a Percassi non bisogni insegnare niente..... Potrebbe essere un'altro passo per diventare una BIG a tutti gli effetti??
Riccardo88
Membro
Riccardo88
Fosse vero, ci impiegheremmo molto poco a fare la fine dell’Udinese.
Certo, bisogna anche considerare che prima o poi questo “periodo d’oro” finirà, di Gasperini non ce ne sono molti in giro e comunque non è detto che il mister continui a fare miracoli fino a fine carriera. Magari entrare in un “gruppo di club” (come ormai sta succedendo a molte squadre) potrebbe essere il modo di assicurarsi una stabilità anche futura.
A me comunque come prospettiva non entusiasma.

Regolamento Commenti


ARTICOLO 1 - Chi puo' scrivere

Solo gli utenti registrati possono inserire commenti. Il commento va in rete immediatamente sotto l'articolo scelto



ARTICOLO 2 - Registrazione su dati reali

Per registrarti clicca su "Registrati" nel menu in alto in fondo a destra. Se ci lasci un' email non esistente o utilizzi un server anonimo la tua registrazione puo' essere cancellata in qualsiasi momento



ARTICOLO 3 - Gli argomenti trattati

I commenti devono riguardare nei limiti del possibile l'articolo relativo.
I commenti fuori tema (OT - off topic) sono tollerati purchè non insistiti o in palese mala fede. Nel qual caso verra' applicato l'articolo 4



ARTICOLO 4 - Infrazioni e conseguenze

Interverremo su

- Messaggi contenenti volgarità, ingiurie, razzismo, calunnie e diffamazioni. Ai sensi degli Artt. 594, 595 e 660 del Codice Penale tali messaggi potrebbero costituire reato.
- Messaggi che violano le piu' generali convenzioni della buona educazione e del decoro o che in qualunque modo violino o spingano a violare disposizioni di legge o amministrative.
- Doppioni (lo stesso messaggio lasciato sotto piu' articoli)
- Attacchi hackers

I gestori del sito si riservano il diritto di rimuovere, in parte o integralmente, i contenuti dei commenti che non rispondano alle disposizioni di cui sopra. In caso di comportamento insistito l'autore dell'infrazione verrà bloccato in via temporanea o permanente

Il sito mantiene un archivio a disposizione delle autorità preposte affinchè sia possibile risalire all'autore di ogni commento qualora, tramite le suddette autorità, persone o enti che si ritenengono danneggiati, possano far valere i propri diritti, secondo la legge, nei confronti dei responsabili.



ARTICOLO 5 - Finalita' del sito

L'intenzione dei gestori è di adottare qualsiasi misura idonea ad agevolare e continuare un corretto e civile svolgimento del dibattito cercando di operare in modo piu' obbiettivo e trasparente possibile.