Home Notizie La Fifa studia la rivoluzione: play-off e non solo, il piano di...

La Fifa studia la rivoluzione: play-off e non solo, il piano di Infantino

41

La Fifa studia la rivoluzione: play-off e non solo, il piano di Infantino

Se non tutto, la pandemia ha cambiato tanto. Con inevitabili riflessi anche sul mondo del calcio: la stagione appena conclusa è stata tra le più atipiche di sempre, con un lunghissimo stop e campionati decisi tra luglio e agosto, oltre ad alle inusuali final eight europee a cavallo di Ferragosto. L’emergenza sanitaria, però, ha accelerato un tema al quale la Fifa lavora da tempo: il progressivo calo dell’interesse collettivo verso il calcio.

URGENZA – Colpa, tra i vari fattori, anche delle troppe partite e delle poco attraenti formule dei tornei. Presente a Roma nei giorni scorsi, il presidente Fifa Infantino ha ammesso: “Bisogna ridurre il numero di partite”. L’idea del numero uno del calcio mondiale è iniziare a trattare il tema con le federazioni già prima dei Mondiali in Quatar, in programma per l’inverno del 2022.

PLAYOFF- L’idea, secondo quanto riporta Repubblicapunta ai play-off, gli stessi pensati dal presidente della Figc Gravina durante il lockdown. Campionati con un solo girone, senza andata-ritorno, al quale fa seguito una fase ad eliminazione diretta. Una formula che cancellerebbe il problema dei tornei decisi già a marzo, favorendo l’imprevedibilità e cancellando partite poco attraenti, riducendo gli impegni dei club. Decisioni che avrebbero conseguenze anche sul mercato della TV, ad oggi saturo di partite per ricavarne slot pubblicitari.

PERIODI AD-HOC – La Fifa, inoltre, pensa ad un’altra rivoluzione: suddividere il calendario in periodi riservati ognuno a una competizione. Un mese per le ferie dei calciatori, un mese e mezzo per Mondiali/Europei, cinque mesi per i campionati e il resto per play-off e coppe europee. Avanza un mese e mezzo, utile per le qualificazioni delle Nazionali. Idee, progetti, rivoluzioni: il calcio può svoltare, la Fifa pensa a come battere la noia.

fonte calciomercato.com

Bookmark(0)

41
Inserisci un commento

Please Login to comment
22 Albero dei commenti
19 Albero delle risposte
0 Followers
 
Commento con piu' reazioni
Commenti piu' visti
27 Autori
Davormaurom72wigners_friendfarabundoTony1907 Autori di commenti recenti
  Iscrviti  
Nuovi Vecchi Piu' votati
Notifica di
Davor
Membro
Davor
Boh, mi sa che se l'Infante realizza tutte queste puttanate è la volta che il mio interesse calerà.
Definitivamente
wigners_friend
Membro
wigners_friend

Lo dissi quando Gravina (in piena crisi Covid, con le bare portate via dall'esercito, tanto per dire del livello etico di queste persone) approfittò della situazione proponendo i playoff per la stagione scorsa: stanno solo cercando un modo per minimizzare i rischi delle (cosiddette/sedicenti) Grandi in crisi. Con i playoff il Milan potrebbe fare tutti i mercati pseudofaraonici che vorrebbe per turlupinare i tifosi ad agosto, poi tanto a maggio basta entrare nei playoff e tra le 4 ci arriva, al massimo salta un anno ogni tanto (perché poi sono in 5-6, le "Grandi"),compensando facendo la finale (o addirittura vincendo lo scudetto) un altro anno. Durante la stagione tu che programmi giudiziosamente e costruisci passo dopo passo una squadra degna gli hai dato 5-0 senza storie, ma poi chi se lo ricorderebbe?

maurom72
Membro
maurom72
Proprio così
Lelo
Membro
Lelo
da amante della pallacanestro l'idea playoff mi intriga non poco. però purtroppo nel nostro paese scimmiottare l'estero lo si fa sempre per moda e mai per una reale necessità
Tony1907
Membro
Tony1907
Ma i playoff della pallacanestro mi pare che siano un'altra cosa rispetto alla boiata che sta pensando Infantino.
wigners_friend
Membro
wigners_friend
Ma nel calcio non sono possibili i playoff. Già il basket è uno sport dove la sorpresa sulla singola partita è più difficile (non puoi sperare di soffrire per tutta la gara e vincere in contropiede...) e questo di partenza rende meno "ingiusto" il format, ma poi gli scontri dei playoff si giocano sulle 5 o, più spesso, sulle 7 partite, quindi alla fine chi è stato più forte nella regular season è comunque favorito nei playoff (alla peggio, poter giocare in casa la sfida decisiva è un vantaggio molto più marcato che nel calcio di oggi). Nel calcio, dove il peso degli episodi è pure superiore, vogliamo fare i playoff in gara secca (perché se li fai al meglio delle 7 allora non risparmi nulla)? Anche in Italia, dove basta un tuffo di Immobile ben assestato per indirizzare un risultato?
SubbuteoGroup
Membro
SubbuteoGroup
E intanto semi OT, la Culona cambia idea e riapre gli stadi...
Non ci sono più i tedeschi di una volta...
E sicuramente meglio così!
libero
Membro
libero
Credo che in questo caso non sia il governo centrale a prendere una decisione ma i singoli laender.
farabundo
Membro
farabundo
entweder alle oder keine anche la?
castebg
Membro
castebg
Secondo me l'idea dei Playoff è antitetica a quella di campionato:
il campionato è la competizione in cui viene premiata la costanza su un numero ampio di partite, la competizione in cui si deve trovare una quadra stabile che esuli dalla fortuna/sfortuna del singolo momento e della singola partita; i playoff sono il format che vive dell'exploit, del momento di fortuna e sfortuna.
Antitetici.
Se i campionati sono chiusi a marzo non è colpa del format del campionato ma soprattutto della strapotenza/straricchezza di alcuni club (PSG ad es.), della scarsa capacità dei rivali di investire le proprie risorse e di una dirigenza del calcio incapace di risolvere questo problema per quanto può (chiaro che nulla può fare per l'incompetenza).
Volete, ad es., una Ligue1 più aperta? Salary cap. fissato a livello (almeno) europeo e fair play finanziario VERO e applicato, mica col Milan che sfugge per anni alle conseguenze delle violazioni, il City che doveva essere escluso dalla CL e riceve un buffetto e un PSG che tenta contorsionismi improbabili che vengono ritenuti leciti...
Se poi l'idea di campionato non piace tanto vale abolirla del tutto! Format Champions con gironi da 4 squadre, le prime 2 di ogni girone passano il turno e poi eliminazione diretta. Perchè un ibrido?!?
Per quanto mi riguarda il campionato premia costanza e buona costruzione e gestione e và tutelato per com'è.
Di Champions già c'è n'è una e farne un'altra su base nazionale non vedo che senso abbia.
Marcutio
Membro
Marcutio
Mi sembrano una serie di proposte assurde.
Posso capire al massimo una piccola riduzione delle squadre (a fronte di una riorganizzazione della Coppa Italia, che io adoravo con i piccoli tornei con tante squadre di bassa categoria, che di fatto se fatta con più sostituzioni potrebbero sostituire le amichevoli di preparazione con una competizione agonistica).
Il girone senza il ritorno è orribile.
A differenza di altri commentatori, a me non dispiace che ci sia anche un tempo per le nazionali e considererei utile che ci siano periodi precisi dedicati ad esse. (che ne so, fine stagione per le competizioni, due finestre specifiche per fare le qualificazioni (potrebbe essere prima della sosta natalizia (anche se ormai non si fa più la sosta), ed una in periodo pasquale.
GINO
Membro
GINO
Nettamente contrario...La ns primavera ha dimostrato sulla sua pelle l'ingiustizia dei play off.CAMPIONATO STRAVINTO MERITATAMENTE e con cospicuo vantaggio, sfumato x una partita storta a vantaggio di chi x tt il campionato ha annaspato nell'anonimato.
IL vero problema da risovere nel calcio è SALVAGUARDARE la classe arbitrale, creando arbitri bravi e poi proteggerli da stampa e poteri occulti...PROTEGGERLI NEL VERO SENSO DELLA PAROLA!!!
Eligio
Membro
Eligio
I playoff esistono già e sono le coppe europee e nazionali. Nei campionati semmai sarebbero da ridurre le squadre, 18 in A, 18 in B. Ma questi vorrebbero fare 2 gironi (nord-sud?) e poi playoff, alla faccia dell'equilibrio. Per esempio nel girone sud Napoli e Roma sarebbero praticamente sicure dei primi posti. E poi non paragonate lo sport americano con quello europeo. Da noi conta la passione e il tifo, là solo business con franchigie che cambiano addirittura città per partecipare.
Nemesis68
Membro
Nemesis68
E pensare che basterebbe ridurre il numero delle squadre nel primo campionato (16/18 max) e togliere quella minchiata inutile della Nation League, visto che già Europei e Mondiali sono in gran parte stati svuotati del loro significato per via della globalizzazione che ha reso le nazionali sempre più multietniche ...
maurom72
Membro
maurom72
Si ma questi conoscono solo la logica di più partite uguale più utile...della qualità e della competitività non frega nulla... errore pazzesco perché così facendo saluti il tuo prodotto quindi sarebbe meglio vendere 10 partite combattute e importanti che 20 senza senso, ma la logica come abbiamo visto è un'altra... tutti gli appassionati di calcio che non hanno come interesse altro che la competizione sportiva auspicano una riduzione di squadre a campionato e di partite inutili internazionali, ma non siamo noi a decidere purtroppo
Krakatoa
Membro
Krakatoa
In generale credo che non sia un male ipotizzare delle novità nel mondo del calcio o delle soluzioni estreme in condizioni particolari.
Tuttavia l'idea di cambiare il formato delle competizioni in questo modo mi sembra veramente un eccesso. Per quanto riguarda il campionato non ho mai visto di buon occhio la soluzione playoff. Se è vero che nelle ultime giornate sono frequenti risultati "sospetti" va anche tutelata la situazione acquisita in classifica. In questo senso, tanto più nel calcio dove puoi dominare una partita e perderla o fare pena e vincerla, non puoi decidere chi va avanti con una partita secca, se non mettendo qualche paletto. Nel basket normalmente si gioca al meglio delle 3, 5, 7 partite. Così nel volley.
Non scrivo queste cose solo perché l'Atalanta ha fatto gli ultimi campionati alla grande.
In ogni caso vedremo....
maurom72
Membro
maurom72
Ma con i playoff i risultati sospetti della stagione regolare a posizioni acquisite sarebbero molti di più...non credo ci voglia una mente eccelsa a prevederlo
Rudolf76
Membro
Rudolf76
Mola ol tavernello..
Mauri62
Membro
Mauri62
Andiamo bene.... Business as usual.
Barbie
Membro
Barbie
che dicano almeno la verità
che è per soldi.
per i diritti televisivi.

continuano a sparare stronzate ,tipo che è per aumentare l' interesse, sai che interesse una partita tra 2 squadre già fuori dai play off matematicamente.
in più occhio al ritorno di scommesse e magheggi,perchè anche se perdo sono già matematico ai play off,sai.....
e ultimo ma più importante il concetto di sport di per se.
diventerebbe un altro sport,o per lo meno un altro modo di affrontarlo.
nel basket se metti 5 uomini con una media di 20 punti a partita,contro una squadra con 5 uomini che fanno 10 punti a partita,matematico,più sicuro dell' oro che vinceranno sempre chi ha più punti ,e quindi puoi fare anche i play off.
nel calcio non è così,la squadra che si difende a barricate tutta partita ci riesce e in contropiede fa il golletto può portare a casa la partita.se fai i play off.togli questa magia,oppure peggio una squadra che ha dominato con 20 punti di vantaggio il campionato,mette tutto in gioco, e potrebbe uscire per una partita storta.bah...
non mi piace.
non sarebbe più calcio.
maurom72
Membro
maurom72
Più che altro tre quarti delle partite di campionato sarebbero inutili...pensa che calo di interesse invece di aumento come dicono sti geni
ren78bg
Membro
ren78bg
noioso o meno, in un campionato normale la squadra che dopo 38 partite ha fatto più punti è giusto che venga premiata con uno scudetto perchè (dovrebbe essere) la più forte al netto di infortuni, forma fisica che varia a seconda del momento, al netto di "mal di pancia" di alcuni giocatori, al netto di errori arbitrali
poi per l'imprevedibilità ci sarebbe la coppa italia che andrebbe valorizzata con una formula meno pilotata verso alcune squadre

quindi mi chiedo, con i play off verrebbe premiata la squadra più meritevole?? NO .... e quindi quale sarebbe il senso?? per evitare che a marzo i campionati siano di fatto finiti?? se è questo che vogliono basterebbe eliminare l'arbitro.... visto che 6/7 scudetti degli ultimi 10 anni sono stati platealmente falsati
farabundo
Membro
farabundo
quel macroencefalo dell'infantino ne inventa una ogni giorno...
Germo
Membro
Germo
Non mi piace affatto, aumenterebbe significativamente il divario tra squadre che accedono regolarmente alle coppe e tutte le altre. Queste ultime passerebbero più tempo ferme che a giocare, i giocatori credo sarebbero i primi ad opporsi, per moltissimi vorrebbe dire riduzione dei salari.
Nemesis68
Membro
Nemesis68
Quello è un problema facilmente risolvibile, in realtà ... chi non va ai play-off va ai play-out e gioca per non retrocedere nè più nè meno di chi gioca per il titolo nella parte "sopra" ... la questione vera è che cambia proprio il criterio per giocarsi i risultati dell'intera stagione ... la big di turno potrebbe permettersi di "cazzeggiare" per tre quarti di campionato, arrivare magari quinta o sesta con trenta punti di ritardo dalla prima puntando la preparazione per essere al top della forma nei play-off e portarsi a casa lo scudetto ...
Riccardo88
Membro
Riccardo88
A me hanno sempre affascinato le sfide "provinciali", le sfide da "campanile", mi affascina il campionato di serie B e trovo che vi sia la necessità di creare maggiore solidarietà tra le categorie perché ritengo che uno dei problemi più seri del calcio italiano sia l'eccessivo salto tra la A e le serie inferiori.
Detto questo, devo dire che da quando l'Atalanta gioca in competizioni europee mi sono sempre più appassionato a quell'atmosfera lì... quella che tutti ormai abbiamo ben presente... e che seppur in dosi diverse io avverto sia in gare di Europa League che di Champions. Non so se i playoff siano la soluzione giusta, ma comincio a pensare che trovare formule per rendere sempre più continentale il calcio non sia un'idea da buttare proprio via: per lo meno cercherei di non relegare più certe competizioni ai giorni infrasettimanali.
Paramo
Membro
Paramo
Credo che il tuo giudizio sia un po' drogato dal fatto che la Dea da quattro stagioni si confronta su quei palcoscenici. L'avresti pensata allo stesso modo i 110 anni precedenti?
Riccardo88
Membro
Riccardo88
Sì, me ne rendo conto. Però comincio anche a pensare che sarebbe un bene permettere a tutti di confrontarsi in maniera un po' più allargata e continuativa con il calcio o le diverse tipologie di calcio che si praticano in Europa. Stiamo sempre qui a suonarcela e cantarcela con i fiorentini, i genovesi, i napoletani, etc... Uscire e costringere al confronto con diverse filosofie calcistiche e diverse modalità di gestione societaria mi sembra sia una cosa che può far bene ai club e ai vari movimenti nazionali. Penso che società virtuose e strutturalmente forti come la nostra non debbano avere paura di questo confronto.
Senza considerare che, se hanno un fondo di verità le continue proteste contro il malaffare del calcio italiano e della sua classe arbitrale, valorizzare il confronto con l'Europa ci permetterebbe di uscire da tale contesto.
Rudenko
Membro
Rudenko
Condivido se il tuo ragionamento potesse venir declinato in questo modo: sì alle competizioni internazionali, ma che tutti in partenza possano concorrere quasi ad armi pari per accedervi. Anche condivido che l'atmosfera internazionale è una bella atmosfera. Il problema è che con le regole attuale di ripartizione della ricchezza, le regole assurde sugli stadi ecc... chi può partecipare alle competizioni europee son sempre quelle 4-5 che, solo col fatto di partecipare alle coppe europee vedono aumentati gli introiti a danno delle competitrici, e rendono quindi chiusa ogni corsa per tutte le altre squadre! E' un circolo vizioso!
credo
Membro
credo
A me l'idea non piace. In altri sport lo si fa perché ci sono meno squadre. In America si fa perché sono troppe squadre. In Europa nelle nazioni più importanti giusta la formula regular season. Andate a dire al liverpool di turno di fare i playoff per vincere il campionato dopo aver accumulato un vantaggio di 20 punti.... Che la fifa si occupi dei tornei delle nazionali e bona
thealamo
Membro
thealamo
Stronzate!!
Il campionato e' tale solo se a GIRONE e con gare andata e ritorno.
Eliminiamo le gare delle Nazionali (quelli inutili caro Testaduovo!!)
.
Un mese ugni 2 anni x europei e mondiali. niente inutili amichevoli, nienti tornei del mega.....che Vin servono SOLO x LUCRARE SUI DIRITTI TTVV!!!
Potere alle Societa'.
Che pagano e gestiscono il fubbal. Non...."alla casta"
TREINEROBLU
Membro
TREINEROBLU
Una cosa è chiara: qualunque formula vogliano adottare, avranno un unico scopo:

AUMENTARE GLI INTROITI.

ALLA FACCIA DELLO SPORT..
Rudenko
Membro
Rudenko
Caro infantino, chi ha rovinato il calcio siete solo voi... inutile adesso versare lacrime di coccodrillo!
Voi avete inflazionato il calcio con l'invenzione di tornai assurdi e improponibili... voi dell'uefa e non mia nonna.
Voi avete inventato quell'obbrobrio della Nations League di cui francamente ne avremmo fatto volentieri a meno.
Voi avete consentito, con beneplacito delle federazioni nazionali e delle leghe, di spezzettare i vari tornei nazionali per compiacere le varie televisioni mondiali, financo di Singapore e di Dubai, che col calcio europeo c'entrano una beata mazza.
Voi avete cambiato il calcio, da "sport&business" in "business&business e (forse) sport".
Adesso state raccogliendo solamente i frutti del vostro malaffare!
Perchè è chiaro che il calcio, sport del popolo per eccellenza (che soverchiava qualsiasi rapporto sociale: infatti prima di voi l'imprenditore stava seduto accanto al suo operaio, il finanziere vicino allo spazzino), lo si è voluto trasformare in altra cosa in cui i rapporti sociali sono addirittura aumentati (stadi trasformati in regge plasticose e insopportabili cattedrali nel deserto di periferie anonime, pitch wiew per i milionari, poltroncine di velluto riscaldate, champagne e caviale serviti da hostess stragnocche per i vostri delegati UEFA e FIFA, per gli sponsor, per i VIP, per i milionari della finanza speculativa, mentre il resto per il popolo un po' più abbiente, visto i prezzi al rialzo, e gli altri... che se la vedano al bar!).
Questo è il risultato! Bravi. Ma adesso per favore fatevi da parte, non sia mai che l'avvelenatore sia anche il medico del povero paziente!
Basta! Andatevene, in nome di dio Eupalla!
TREINEROBLU
Membro
TREINEROBLU
BRavo Rudenko, condivido in tutto e per tutto ciò che hai scritto. Abbiamo forse la stessa mente con due corpi separati?
thealamo
Membro
thealamo
Infantino = ....FIFA. non Uefa (Ceferin)
Solo per la precisione. Nella sostznza ....condivido
stevesteve
Membro
stevesteve
Analisi condivisibile. Ormai però il popolo dà per scontato che “le cose van così “. Non c’è consapevolezza e la mitica coscienza di classe ha lasciato il posto alla frammentazione sociale. Problema generale indotto dal trionfo planetario del turbo capitalismo. Solo uno sciopero generale degli utenti potrebbe indurre lorsignori a cambiare rotta. L’unica voce fuori dal coro è quella ultras, ma anche loro non han fatto il salto di qualità per le troppe contraddizioni che ne hanno offuscato la credibilità.
maurom72
Membro
maurom72
Come non darti ragione da amante del calcio...quello vero, quello che mi ha fatto innamorare...ce lo stanno rovinando, processo credo ormai irreversibile
bna75
Membro
bna75
Ci avevano provato con il Golden Gol, poi con il Silver Gol. Ora è il turno dei play-off...
Non ci vuole una laurea per capire che il calcio è lo sport più bello del mondo per la sua semplicità!
Una lattina vuota o un foglio accartocciato e si gioca!
Non ci vogliono racchette o canestri, bastano due ciabatte come pali e.....
MALEDETTI DENARI!
Paramo
Membro
Paramo
Hai riassunto il senso di tutta la questione. Comitati di cervelloni non lo hanno ancora capito. Il calcio, più lo rendi semplice, più piace ed è seguito.
maurom72
Membro
maurom72
Proprio così
SubbuteoGroup
Membro
SubbuteoGroup
Si ma questo parla di format dei campionati, non di regole di gioco.
Visto che non si vuole ridurre il numero di squadre per campionato, per interessi commerciali, pensano a queste minchiate.

Regolamento Commenti


ARTICOLO 1 - Chi puo' scrivere

Solo gli utenti registrati possono inserire commenti. Il commento va in rete immediatamente sotto l'articolo scelto



ARTICOLO 2 - Registrazione su dati reali

Per registrarti clicca su "Registrati" nel menu in alto in fondo a destra. Se ci lasci un' email non esistente o utilizzi un server anonimo la tua registrazione puo' essere cancellata in qualsiasi momento



ARTICOLO 3 - Gli argomenti trattati

I commenti devono riguardare nei limiti del possibile l'articolo relativo.
I commenti fuori tema (OT - off topic) sono tollerati purchè non insistiti o in palese mala fede. Nel qual caso verra' applicato l'articolo 4



ARTICOLO 4 - Infrazioni e conseguenze

Interverremo su

- Messaggi contenenti volgarità, ingiurie, razzismo, calunnie e diffamazioni. Ai sensi degli Artt. 594, 595 e 660 del Codice Penale tali messaggi potrebbero costituire reato.
- Messaggi che violano le piu' generali convenzioni della buona educazione e del decoro o che in qualunque modo violino o spingano a violare disposizioni di legge o amministrative.
- Doppioni (lo stesso messaggio lasciato sotto piu' articoli)
- Attacchi hackers

I gestori del sito si riservano il diritto di rimuovere, in parte o integralmente, i contenuti dei commenti che non rispondano alle disposizioni di cui sopra. In caso di comportamento insistito l'autore dell'infrazione verrà bloccato in via temporanea o permanente

Il sito mantiene un archivio a disposizione delle autorità preposte affinchè sia possibile risalire all'autore di ogni commento qualora, tramite le suddette autorità, persone o enti che si ritenengono danneggiati, possano far valere i propri diritti, secondo la legge, nei confronti dei responsabili.



ARTICOLO 5 - Finalita' del sito

L'intenzione dei gestori è di adottare qualsiasi misura idonea ad agevolare e continuare un corretto e civile svolgimento del dibattito cercando di operare in modo piu' obbiettivo e trasparente possibile.