13-09-2018 07:50 / 23 c.

Risultati immagini per coppa delle coppe

Chi parteciperà alla terza coppa europea? Ecco alcuni possibili scenari

L'annuncio di Andrea Agnelli all'ECA di una futura terza competizione UEFA apre la possibilità a molteplici soluzioni, dalle più fantasiose alle più "nostalgiche". Abbiamo provato a giocare con la fantasia e a individuare dei possibili criteri di ammissione, tenendo conto del fatto che l'idea è figlia della necessità di creare un sistema di 96 squadre impegnate in competizioni UEFA: 32 in Champions League, 32 in Europa League (anizchè le 48 attuali) e 32 in questa nuova competizione che oltre agli "esuberi" dall'UEL accoglierebbe anche nuove formazioni, con criteri tutti da definire. Abbiamo provato ad immaginarne alcuni.

Chiusa nel 1999 con la vittoria della Lazio di Vieri e Nedved contro il Maiorca, la Coppa delle Coppe è tuttora un feticcio per nostalgici dei bei tempi andati, che però ignorano il rapido declino che subì negli anni'90, quando la nascente Champions League iniziò ad ammettere le meglio piazzate dei principali campionati, spesso anche vincitrici o finaliste di Coppa. L'idea di creare una competizione che ammetta in tutto o in parte le vincitrici o le finaliste delle Coppe Nazionali, romanticismo a parte, si scontra con la crescente polarizzazione del calcio nei vari Paesi, dove ormai i "double" non fanno più notizia.

 Contando solo i campionati che si giocano da autunno a primavera (escludendo quindi Europa dell'est e del nord), nella stagione 2017/18 si sono verificati ben 13 "double", dall'Italia a San Marino passando per Francia, Polonia e Slovenia. Senza contare che anche l'eventuale finalista potrebbe essersi qualificata nel frattempo anche per Champions o Europa League.

SE SI GIOCASSE OGGI... - Dall'Europa League scenderebbe l'Eintracht Francoforte, ottavo in Bundesliga. Dalla Francia in teoria avrebbe diritto il Les Herbiers finalista di Coupe de France ma non in possesso della licenza "pro". per il resto, la quasi totalità di vincitrici e finaliste sarebbe ammessa alle prime due competizioni UEFA grazie al piazzamento in campionato.

E' sicuramente il sistema più rapido e immediato per aiutare a far "dimagrire" l'Europa League, che al momento accoglie dai sedicesimi in poi le 8 terze classificate della fase a gironi di Champions League. Un ipotetico terzo torneo a 32 squadre potrebbe accogliere a sua volta 8 ripescate dall'Europa League, in una sorta di meccanismo di promozione/retrocessione a stagione in corso.

Le criticità sono principalmente due: riuscire a trovare un format in grado di bilanciare gli impegni nell'arco della stagione in maniera migliore di quanto non faccia l'attuale UEL, dall'altro lato tenere conto del possibile divario tra le "retrocesse" e le altre. In Europa League è già un problema, scendendo di livello potrebbe diventarlo ancora di più.

Per i calciatori degli anni'90 e 2000, la parola "Intertoto" era una specie di babau, l'equivalente calcistico degli esami di riparazione a settembre. Significava saltare le vacanze, iniziare la stagione in netto anticipo sugli altri, spesso anche più di un mese prima, per giocare interminabili turni preliminari spesso anche contro squadre di livello molto alto, ma affamate di Europa come e più delle italiane. 

La terza competizione UEFA potrebbe ricalcare lo schema dell'Intertoto ovviamente solo per i criteri di ammissione, giocandosi durante la stagione e non prima, e accogliendo le migliori classificate in campionato tra le non qualificate all'Europa League.

Una scelta che risolverebbe il problema dell'enorme disparità esistente al momento nei principali Paesi della UEFA, che ammette in Europa League due squadre alla fase a gironi e costringe la terza a ben tre turni preliminari. Una differenza quasi punitiva, come possono testimoniare quest'anno Atalanta e Burnley.

SE SI GIOCASSE OGGI... - Atalanta, Burnley, ma anche Siviglia e RB Lipsia avrebbero potuto beneficare di questo terzo torneo per evitare la trafila dei preliminari. Scorrendo le classifiche, tra le migliori non qualificate 2017/18 troviamo Nizza, St Etienne, Everton, Leicester, Getafe, Eibar, Fiorentina, Torino, Sampdoria, Stoccarda, Borussia Moenchengladbach.

RICREARE LA MITROPA CUP

Per i tifosi del Milan, la Mitropa Cup 1982 è stata per anni una vittoria da esporre con imbarazzo, essendo implicitamente legata alla stagione precedente giocata in Serie B. Con il passare degli anni, i tifosi rossoneri hanno imparato a volere bene a quel trofeo, in qualche modo il punto di partenza di una risalita culminata con le 5 vittorie in Coppa dei Campioni/Champions League. 

Un tempo trofeo nobile dell'era pre-Coppa dei Campioni, vinto dal Bologna e dalla Fiorentina, negli anni'70 e '80 la Mitropa Cup divenne il torneo dei campioni di Serie B di Italia, Austria, Ungheria e dell'allora Cecoslovacchia, venendo vinta oltre che dal Milan anche da Udinese, Bari, Pisa e Ascoli: tutte squadre per cui rappresenta l'unico trofeo internazionale della propria storia..

Un'idea simile, la "Champions League delle leghe inferiori" potrebbe essere praticabile, con un paio di limitazioni. Una di livello tecnico: restringere il campo d'ammissione ai 32 migliori Paesi del ranking UEFA.

E una di livello logistico: creare delle prime fasi su base macro-regionale, per rendere accessibili i costi di partecipazione e risparmiare trasferte da 2000 km a società con mezzi finanziari non paragonabili ai top club europei.

SE SI GIOCASSE OGGI... -  Ci sarebbe l'Empoli, ovviamente, ma anche il Fortuna Dusseldorf, i Wolves, il Rayo Vallecano e il Reims

fonte goal.com



di Marcodalmen




  1. Nonostante gli immagino numerosi USAlovers mi auguro proprio che non si andrà a seguire il loro esempio, culturalmente distantissimo da ciò che ha reso il calcio cosi amato a queste latitudini


  2. MA seriamente, anchje se fosse il caso, chissene frega di partecipare all'europa C tanto per parteciparvi, contro avversari totalmente anonimi in una competizione che non farebbe altro che svilire la magia di qualificarsi in mezzo a squadre importanti dopo grandi annate...bho quantomeno andrebbe ripensato un po tutto il sistema delle coppe europee...


    • Ramsay: ".... chissene frega di partecipare all'europa C ..."
       
      Io ricordo l'epoca in cui c'erano:
      - Coppa dei Campioni,
      - Coppa delle Coppe,
      - Coppa UEFA.
      Nessuna di esse era considerata di serie C, anche se la Coppa dei Campioni aveva naturalmente un fascino particolare.
       
      Io vedrei volentieri 3 coppe, come segue:
      - Champions League (riservata ai soli "campioni", piu' alcune squadre dei campionati piu' importanti, escluse comunque le vincitrici di coppa).
      - Coppa delle Coppe (riservata ai soli vincitori di coppa - o finalisti di coppa, nei casi in cui campioni e vincitori di coppa coincidano).
      - Europa League (sostanzialmente come la EL attuale, ma senza piu' preliminari e play-off per i campionati maggiori )
       
      Avremmo comunque 7 posti:
      - 4 in Champions League (salvo posto aggiuntivo per eventuale vincitore di Champions o EL o Coppa delle Coppe),
      - 2 in Europa League (dovrebbero essere esclusi i ripescaggi delle "trombate" dei gironi della Champions),
      - 1 in Coppa delle Coppe (vincitrice o finalista).
       


  3. SuperSaudati -
     13/09/2018 alle 11:27
    ....non ho letto tutto...forse qualcuno lo ha già detto....
     
    ...ma non è che l'idea iniziale.....è pensare per un'idea futura...  ...ovvero creare 3 campionati europei proprio al posto di quelli nazionali...  tipo NBA o MLB....
    quindi una EFA A (European Football Association) - una EFA B - una EFA C - tra l'altro bloccate senza promozioni o retrocessioni come fanno gli americani...  secondo me ....è un obiettivo a cui i top club europei mirano ad arrivare in una decina d'anni...   creando anche una Federazione B e una C...  potrebbero avere l'appoggio anche di molti club medi...che sarebbero invece contrari a una lega solo dei top....
    NB: non sto dicendo che IO vorrei arrivare lì...anzi...   dico...che per me...il LORO obiettivo è arrivare lì.....  e prima o poi lo faranno...   alla fine i primi 32 club europei credo coprano almeno l'80% del "tifo"...inteso come "mercato-marketing"... quindi soldi...che è l'unica cosa che interessa a "loro"...  poi "loro" = Barcellona - Real - Atletico - Juve - Milan - Inter - Roma - Arsenal - Liverpool - Manchester utd e city - Chelsea - Tottenham - PSG - Bayern - e per arrivare a 32 hanno spazio di coinvolgerne altri...


    • La penso diametralmente opposta a te. Non sono molto nostalgico, e vedrei "bene" una struttura di gioco europea EFA,EFB, EFC con un torneo Top e squadre "medie" che si prenderebbero il posto del torneo NCAA dei college americani: grande passione, grande pubblico e squadre che lanciano i talenti. Ovviamente stiamo parlando per assurdo, le differenze strutturali tra calcio europeo e l'NBA sono abissali, ma l'idea in sè non mi dispiace.
      Al contrario se consideri il giro di soldi, i diritti televisivi ecc.. credo che alle diverse federazioni e alla fifa interessi poco accorpare campionati creando un unico prodotto. tenendoli spezzettati nelle diverse leghe nazionali girano più soldi (es: uno vuole vedersi Real e United, si deve comprare due abbonamenti)
       


  4. La coppa delle coppe è obiettivamente improponibile. Nei  maggiori campionati (ma penso anche in quelli minori, che non seguo) chi vince la coppa nazionale è 9 volte su 10 già qualificato alla Champions o all'Europa League e di conseguenza non potrebbe giocare in coppa delle coppe. Rischierebbe di diventare unicamente una competizione di "perdenti di finali", fatta di sole squadre che sono arrivate in finale senza vincere. O peggio ancora: Spesso entrambe le finaliste sono già qualificate in Champions o Europa, quindi chi ci andrebbe in quel caso?


    • Basterebbe fare che le vincitrici della coppa nazionale vadano dirette in coppa coppe (liberando spazio per CL e EL).
      Solo in caso di doblete (campionato+coppa nazonale) va in coppa coppe la finalista perdente (anche se qualificata per EL)
      si avrebbe una coppa coppe di livello almeno pari a quello di EL.


      • Il discorso in teoria non fa una piega, senonchè, per essere realistico, dovrebbe essere che la rediviva Coppa delle Coppe sia lucrativa non meno della C.L., altrimenti che interesse ha una squadra che sa di qualificarsi per la C.L. a vincere la Coppa Italia? Arriveremmo al paradosso di perderla apposta per mantenere il diritto di andare a fare la C.L. anzichè essere "retrocessi" in Coppa delle Coppe.


        • Ovviamente.
          Non ci deve esser uno scompenso economico fra EL e CC.
          Magari minimo in favore di EL, ma con più facilità di "arrivare in alto" in CC, le cose si equivarrebbero.


          • Sì ma una squadra già qualificata per la Champions non può perdere il diritto a parteciparvi  per prendere parte invece ad una competizione inferiore. Perché di questo si tratta, se anche si riuscisse a rendere la Coppa Coppe prestigiosa come l'Europa League non lo sarà MAI quanto la Champions.


          • concordo con entrambi


            • In caso di piazzamento in CL delle finaliste ci sarebbe una gara a chi perde la finale...
              In ogni modo sarebbe la terza coppa per importanza..e se già viene snobbata la EL....
              L'unico modo per raccimolare più soldi x i club sarebbe una qualche forma di tetto salariale...se i contratti oggi costano troppo non è che possiamo continuare a inventarci coppe e formule Tv...l'unica è ridurre i costi (per i club e per i tifosi!)


  5. crazyhorse200 -
     13/09/2018 alle 10:16
    concordo con Scozia.... la vecchia Coppa delle coppe sarebbe bella rivederla.
    e la Coppa Uefa (Europa League) da bloccare assolutamente le segate dalla Cl
     


    • Hai perfettamente ragione.  Ripescare  all’ EL le eliminate dalla CL è una vera porcheria.


  6. io ho in mente un format:
    una coppa europea a partecipazione volontaria in base alla classifica dell'anno prima, anche per squadre eventualmente scartate da Europa League (per Esempio: quest'anno posto ad Atalanta e Fiorentina, se rifiutano quella arrivata dopo la Fiorentina....)
    Sorteggio integrale ed eliminazione diretta senza gironi (o det o fò)
    Nome avveneristico alla coppa (tipo GIOSTRA DEL SARACINO)


  7. Se si arrivasse al dunque con la terza Coppa, per me la cosa più logica sarebbe riservare quella nuova alle squadre delle federazioni con il ranking più basso. Non per "classismo", ma per permettere anche a loro di competere per un trofeo. A me fa una tristezza infinita vedere squadre gloriose tipo partizan, ferencvaros, cska Sofia, ecc...prendere schiaffi ogni anno anche da squadre piccole ma che arrivano da campionati ricchi.
    Rifare la coppa delle coppe invece non avrebbe senso, perché alla fine, come spiegato nell'articolo, sarebbe un'altra coppa di piazzate  tale e quale alla Europa League. 


  8. Se serve ad eliminare quello schifo di preliminari... hallelujah!
    Come spiega l'articolo, una riesumazione della coppa delle coppe è praticamente impossibile: le finaliste delle varie coppe nazionali sono spesso già qualificate per champions o europa league.


  9. fuffa mediatica.
    Il format IDEALE per le coppe europee resta la TRIPARTIZIONE Coppa campioni, Coppe ed Uefa.
    Vincenti torneo (al max piu' seconda) vincenti coppa nazionale e best of the rest.
    Se poi ci riesumato pure Eurogol con DeLoaurentis e socio romano, beh......allora......


  10. L'unica soluzione seria sarebbe ricreare la vecchia Coppa delle Coppe, magari aprendola anche alle finaliste, anziché intasare la EL pure con le vincitrici delle coppe nazionali (già trovo assurdo farci ""scivolare" le squadre segate dalla CL ...). Se invece diventasse una coppetta con squadre di media classifica dei vari campionati perderebbe qualsiasi fascino e senso ... la Coppa del Nonno la si compra al bar, non c'è bisogno di fare un estenuante torneo europeo che poi toglie energie in campionatoper poter ambire alle "coppe vere" ...


  11. se la fanno, e la proposta viene da Agnelli, di sicuro non è per le neopromosse,piuttosto un salvagente se per caso" steccano" un anno
     
    se prendesse  la 7  e 8 dei campionati maggiori,più le eliminate dai preliminari champions,potrebe uscire anche di discreto livello,e l' atalanta potrebbe anche candidarsi ad andarci ,magari non tutti gli anni,ma quasi
    abolire i preliminari,o riformarli, perchè così come quest' anno,cioè col terzo turno in più,sono lunghi, dispendiosi,portano a poco, e su 200 partecipanti ne passano 13,è quasi anche una presa in giro(non lo dico perchè ci hanno eliminati)


  12. Dissertazioni sul nulla assoluto ... potremmo fare cinquanta ipotesi diverse mettendo e togliendo chi ci fa più comodo o ci sta più antipatico con le stesse probabilità di azzeccarci.


Username:

Password:

Oppure collegati con i canali social:
Commento:



Regolamento Commenti


ARTICOLO 1 - Chi puo' scrivere

Solo gli utenti registrati possono inserire commenti. Il commento va in rete immediatamente sotto l'articolo scelto



ARTICOLO 2 - Registrazione su dati reali

Per registrarti clicca su "Registrati" nel menu in alto in fondo a destra. Se ci lasci un' email non esistente o utilizzi un server anonimo la tua registrazione puo' essere cancellata in qualsiasi momento



ARTICOLO 3 - Gli argomenti trattati

I commenti devono riguardare nei limiti del possibile l'articolo relativo.
I commenti fuori tema (OT - off topic) sono tollerati purchè non insistiti o in palese mala fede. Nel qual caso verra' applicato l'articolo 4



ARTICOLO 4 - Infrazioni e conseguenze

Interverremo su

- Messaggi contenenti volgarità, ingiurie, razzismo, calunnie e diffamazioni. Ai sensi degli Artt. 594, 595 e 660 del Codice Penale tali messaggi potrebbero costituire reato.
- Messaggi che violano le piu' generali convenzioni della buona educazione e del decoro o che in qualunque modo violino o spingano a violare disposizioni di legge o amministrative.
- Doppioni (lo stesso messaggio lasciato sotto piu' articoli)
- Attacchi hackers

I gestori del sito si riservano il diritto di rimuovere, in parte o integralmente, i contenuti dei commenti che non rispondano alle disposizioni di cui sopra. In caso di comportamento insistito l'autore dell'infrazione verrà bloccato in via temporanea o permanente

Il sito mantiene un archivio a disposizione delle autorità preposte affinchè sia possibile risalire all'autore di ogni commento qualora, tramite le suddette autorità, persone o enti che si ritenengono danneggiati, possano far valere i propri diritti, secondo la legge, nei confronti dei responsabili.



ARTICOLO 5 - Finalita' del sito

L'intenzione dei gestori è di adottare qualsiasi misura idonea ad agevolare e continuare un corretto e civile svolgimento del dibattito cercando di operare in modo piu' obbiettivo e trasparente possibile.