02-12-2019 17:00 / 30 c.

Mario Pasalic è ormai una certezza dell’Atalanta. Il centrocampista croato, di proprietà del Chelsea, ha già segnato quattro reti in stagione, di cui tre in campionato e una in Champions League.  Del futuro del giocatore, ai microfoni di calciomercato.it, ha parlato il suo agente Marco Naletilic.

RISCATTO – “La nostra volontà è chiara: noi vorremmo continuare l’esperienza in nerazzurro. Saremmo felici se il club decidesse di esercitare il diritto di riscatto: Mario sta crescendo e sta diventando un giocatore importante per la squadra. Ho sempre pensato questo fin da quando è arrivato a Bergamo e lo ribadisco adesso che sta vivendo un momento eccezionale”.



di Marcodalmen




  1. trescurneroblu -
     03/12/2019 alle 9:41
    Questo si che è un procuratore...che ha interesse del suo assistito...grande Mario e bravo il suo procuratore...da riscattare assolutamente!


  2. Caspita, che esista davvero un agente con la testa sulle spalle e che parla per il bene del suo assistito?!?
    Bravo Naletilic e bravo Super Mario!!


  3. SubbuteoGroup -
     02/12/2019 alle 20:59
    Marione in doppia cifra per fine stagione.
    Scommettiamo?


  4. Un altro "bergamasco "tifoso dell Atalanta Da tenere fino a fine carriera 


    • Tutti i tifosi dell'Atalanta sono bergamaschi vari nel mondo!!!!!


  5. Anche in questo frangente le qualità divinatorie del Gasp hanno avuto il sopravvento, su tutto e su tutti. Ora è facile riconoscere a Pasalic il suo reale valore, ma nei mesi trascorsi, quanti di noi (e mi ci metto anch'io), non ha avuto perplessità al riguardo e si è chiesto, per quale misteriosa ragione Gian Piero puntasse pervicacemente su di lui? Ora la risposta la conosciamo tutti, ma dobbiamo riconoscere la sagacia di un mister che sa fiutare il talento, anche trovandosi con il vento a sfavore, anche in momenti al di sopra di qualsiasi sospetto. Disponiamo di un grandissimo persoaggio che è già storia della squadra bergamasca e che , ritengo, nessuno di noi vorrà mai perdere. Assolutamente!


    • Beh, caro ReMo,
      Rendiamo merito a chi è riuscito a far emergere tutte le doti di Marione (doti che già aveva, perché un asino, anche se ben allenato, non diventa un cavallo),
      ma rendiamo merito anche chi ha voluto portarlo a Bergamo.


  6. da riscattare e mettere sotto contratto per un po',un nazionale croato che vede la DEA come punto d'arrivo UN GRANDE!!


  7. Bravo Mario ! Aveva manifestato la volontà di restare anche quando non era così "considerato" spendendo inoltre parole di ammirazione verso la città e i tifosi. Inoltre il magister, a fine campionato scorso, era stato chiaro circa la necessità di trattenerlo. Direi che tutto torna 


  8. è forse l'unico procuratore che ho sentito parlare cosi.... giù il cappello.


  9. E cosi sia!!!


  10. Quanta differenza con qualche giovane italiano che dopo un paio di mesi buoni già parla di andare in qualche big europea.... Perchè per pasalic La dea è una big.. Per altri no.. 


  11.  ..... adoss Mario!!!





  12. amen






  13. Credo che solo un agente stupido possa allontanare dall'Atalanta un giocatore che debba sbocciare ,non esiste altra società ,ed è giusto che un agente capisca cosa sia meglio per il suo assistito non come l'agente del Platinato che gli ha rovinato carriera.


    • Come se il platinato fosse stato obbligato dal suo agente.
      Dai sö, fa 'l brao


  14. Un oter brao scét.
    Ora mi aspetto   per l'anno prossimo la medesima dichiarazione anche da Gasp, Zapata, Ilicic, Muriel e compagnia bella. 

     


  15. Caxx che onore che bello leggere certe cose......abbiamo un gruppo fantastico


  16. Gli va dato atto che, pur venendo dal Chelsea e non dal Roccacannuccia, ha sempre accettato con umiltà di partire dalla panchina e ha sempre dichiarato di volere la Dea. 
    I suoi numeri sono impressionanti e ben lo so perché per il secondo anno ce l'ho al Fantacalcio. 


  17. Ma quanta strada abbiamo fatto????




  18. grande Mario!! Un giocatore veramente di classe!





  19. ohh una volta che dicono che vogliono restare... MIRACOLO


  20. che strana impressione leggere delle cose del genere dette da un procuratore.
    roba da non credere...
    brao Mario!!!e brao il suo agente!!!


Username:

Password:

Oppure collegati con i canali social:
Commento:



Regolamento Commenti


ARTICOLO 1 - Chi puo' scrivere

Solo gli utenti registrati possono inserire commenti. Il commento va in rete immediatamente sotto l'articolo scelto



ARTICOLO 2 - Registrazione su dati reali

Per registrarti clicca su "Registrati" nel menu in alto in fondo a destra. Se ci lasci un' email non esistente o utilizzi un server anonimo la tua registrazione puo' essere cancellata in qualsiasi momento



ARTICOLO 3 - Gli argomenti trattati

I commenti devono riguardare nei limiti del possibile l'articolo relativo.
I commenti fuori tema (OT - off topic) sono tollerati purchè non insistiti o in palese mala fede. Nel qual caso verra' applicato l'articolo 4



ARTICOLO 4 - Infrazioni e conseguenze

Interverremo su

- Messaggi contenenti volgarità, ingiurie, razzismo, calunnie e diffamazioni. Ai sensi degli Artt. 594, 595 e 660 del Codice Penale tali messaggi potrebbero costituire reato.
- Messaggi che violano le piu' generali convenzioni della buona educazione e del decoro o che in qualunque modo violino o spingano a violare disposizioni di legge o amministrative.
- Doppioni (lo stesso messaggio lasciato sotto piu' articoli)
- Attacchi hackers

I gestori del sito si riservano il diritto di rimuovere, in parte o integralmente, i contenuti dei commenti che non rispondano alle disposizioni di cui sopra. In caso di comportamento insistito l'autore dell'infrazione verrà bloccato in via temporanea o permanente

Il sito mantiene un archivio a disposizione delle autorità preposte affinchè sia possibile risalire all'autore di ogni commento qualora, tramite le suddette autorità, persone o enti che si ritenengono danneggiati, possano far valere i propri diritti, secondo la legge, nei confronti dei responsabili.



ARTICOLO 5 - Finalita' del sito

L'intenzione dei gestori è di adottare qualsiasi misura idonea ad agevolare e continuare un corretto e civile svolgimento del dibattito cercando di operare in modo piu' obbiettivo e trasparente possibile.