10-10-2018 20:45 / 12 c.

Risultati immaginiE' quanto a dichiarato oggi il parlamentare ex curvaiolo atalantino Daniele Belotti a TuttoSport che ha presentato un disegno di legge in questo senso:

Un organo di controllo all'intemo delle societa di calcio che sia eletto dagli abbonati e controlli l'operato dei presidenti per fronteggiare qualcosa come 147 fallimenti dalla A in giu' negli ultimi 15 anni. Diverse le cause del fallimento di realta storiche lungo tutto lo stivale: dalla crisi economica alla mancanza di sponsorizzazioni, fino alla correlazione fra gestione di societa e attivita illecite:

«La presenza di un organocomposto da 3/5 membri professionisti del settore eletti dai tifosi in loro rappresentanza, consentirebbe di avere un controllo ulteriore. Il presidente di tale organo avrebbe diritto di presenza nel cda della societa ma non di voto. Il vero presidente-tifoso non avrebbe nulla in contrario e ne sarebbe contento, mentre quello in malafede avrebbe una preoccupazione in piu»

Piu' avanti anche azionariato popolare sul modello spagnolo anche se al momento è praticamente un sogno

«Una quota minima si potrebbe fare in modo da renderli piu' responsabili e vicini alla squadra»

E in merito al campionato attuale dell'Atalanta:

«L'anomalia sono state le ultime due stagioni. E’ stato bello girovagare per l'Europa ma quest'anno e’ piu difficile e ci prepariamo a una stagione meno esaltante»

 



di Staff




  1. Ma non dovrebbero esserci anche i revisori dei conti a tenere controllato?


  2. L'idea è bella,ma i pericoli segnalati da barbie sono altrettanto veri e reali.quanto ai controllori gli unici che funzionano son quelli dei treni e dell'atb,ma neanche loro sempre..


  3. proposta come la corazzata Potemkin..
    i tifosi facciano i tifosi (anche se immagino in molti vorrebbero contare di più o più di quanto già contano) da un politico m iaspetterei altre proposte (serie) con una base politica e legale, mi aspetterei che si volesse creare efficenza in ciò che già c'è (ed è in sovrannumero) invece di aggiungere l'ennesimo tassello che andrebbe ad allungare e incasinare iter, controlli, verifiche, ecc..
    non entro poi nel merito puramente politico visto che si parla di società fallite e magari a qualcuno senza accorgersi sono spariti una 40ina di milioni di €
    va beh, parliamo di atalanta và..
     


  4. l' idea ci può anche stare,ma deve essere tutto analizzato per bene,dettagliatamente,pro, contro, e non dimenticare che siamo in Italia
    nella voce siamo in Italia rientra e mi riferisco soprattutto al fatto che,potremmo  avere direttamente in società,(pur senza diritto di voto),quelli che per ora si limitano a chiedere biglietti o a fare pressione facendo squalificare la curva,come dimostrano le cronache recenti spesso in odor di malavita(Boss della Ndangreta Calabrese alla Juve),  Camorristi conclamati a bordo campo a Napoli
    l'idea  è romantica, ma l' applicazione e le conseguenze in casi che sfuggono di mano,sono per me un rebus


  5. Con tutte le cose innutili che si inventano
    Una + una- nn peggiora le cose











  6. Aiuto spiegarmi...
     
    Io penso che non debba essere il tifoso a "vigilare" sulla società ma ci devono essere degli uffici della lega calcio che si occupano di questo...
     
    Perché io, tifoso, devo sopperire a un'incopetenza di chi deve farlo?
     
    Sorvolando sull'ultima affermazione che ricorda un po' la "retrocessione fisiologica" mi chiedo se davvero sia , per l'ennesima volta, il pubblico PAGANTE (abbonati) a dover sopperire all'inconpetenza di un organo esistente e creato per controllare...
     
    Non capisco...


    • 3 NON MI PIACE
      bah ... bei  che siete
      argomentate coniglietti!


    • Più che di incompetenza, parlerei di insussistenza, dato che la carenza è nella scarsa attenzione pratica messa in mostra da questi enti, o, addirittura, volta ad argomenti di ben poca importanza, a scapito delle incombenze essenziali.  Tanto per esemplificare, le problematiche della fascia del capitano.


Username:

Password:

Oppure collegati con i canali social:
Commento:



Regolamento Commenti


ARTICOLO 1 - Chi puo' scrivere

Solo gli utenti registrati possono inserire commenti. Il commento va in rete immediatamente sotto l'articolo scelto



ARTICOLO 2 - Registrazione su dati reali

Per registrarti clicca su "Registrati" nel menu in alto in fondo a destra. Se ci lasci un' email non esistente o utilizzi un server anonimo la tua registrazione puo' essere cancellata in qualsiasi momento



ARTICOLO 3 - Gli argomenti trattati

I commenti devono riguardare nei limiti del possibile l'articolo relativo.
I commenti fuori tema (OT - off topic) sono tollerati purchè non insistiti o in palese mala fede. Nel qual caso verra' applicato l'articolo 4



ARTICOLO 4 - Infrazioni e conseguenze

Interverremo su

- Messaggi contenenti volgarità, ingiurie, razzismo, calunnie e diffamazioni. Ai sensi degli Artt. 594, 595 e 660 del Codice Penale tali messaggi potrebbero costituire reato.
- Messaggi che violano le piu' generali convenzioni della buona educazione e del decoro o che in qualunque modo violino o spingano a violare disposizioni di legge o amministrative.
- Doppioni (lo stesso messaggio lasciato sotto piu' articoli)
- Attacchi hackers

I gestori del sito si riservano il diritto di rimuovere, in parte o integralmente, i contenuti dei commenti che non rispondano alle disposizioni di cui sopra. In caso di comportamento insistito l'autore dell'infrazione verrà bloccato in via temporanea o permanente

Il sito mantiene un archivio a disposizione delle autorità preposte affinchè sia possibile risalire all'autore di ogni commento qualora, tramite le suddette autorità, persone o enti che si ritenengono danneggiati, possano far valere i propri diritti, secondo la legge, nei confronti dei responsabili.



ARTICOLO 5 - Finalita' del sito

L'intenzione dei gestori è di adottare qualsiasi misura idonea ad agevolare e continuare un corretto e civile svolgimento del dibattito cercando di operare in modo piu' obbiettivo e trasparente possibile.