10-09-2019 00:23 / 35 c.

Testo di calciomercato.com, foto di nostra produzione

 

Non riesce a trattenere le lacrime Gian Piero Gasperini, allenatore dell’Atalanta, quando l’Aula Consiliare di Palazzo Frizzoni scroscia in un interminabile applauso al conferimento della cittadinanza onoraria. 

IL DISCORSO DI GORI - Gian Piero Gasperini è a tutti gli effetti cittadino onorario di Bergamo e, dopo un video che ripercorre l’avventura del tecnico sulla panchina dell’Atalanta dal 2016 ad oggi, il sindaco di Bergamo Giorgio Gori ricorda il cammino dell’allenatore: “Grazie di essere qui, il filmato fa capire l’orgoglio di Bergamo per quanto ha fatto la squadra in questi anni, i meriti vanno anche alla società ma abbiamo tutti riconosciuto che c’era qualcosa in più che veniva dal contributo del mister e così abbiamo pensato di riconoscergli la cittadinanza con gratitudine. A fine settembre si era parlato di un suo possibile esonero, ma se siamo qui è perché nella partita del 2 ottobre 2016 contro il Napoli Gasperini scelse di schierare i giovani e vinse. Con lui l’Atalanta è entrata nel calcio che conta e ha portato il nome di Bergamo nel mondo con divertimento e intensità. Non è una persona semplice Gian Piero, ma a noi importa come scende in campo, con sacrificio e senso del dovere. La sensazione è che il meglio debba ancora venire e che lui insegnerà ancora qualcosa al nostro calcio. Questa cittadinanza è un onore che pesa quanto una Coppa perché con i bergamaschi non è sempre semplice stabilire un legame così forte. Anche se Gasperini in futuro andrà altrove, casa sua l’ha già trovata, da oggi sarà sempre e per sempre bergamasco”. 

PATRON PERCASSI - “La vigilia della gara col Napoli è stata una notte terrificante. Ma lui disse “Se perdiamo, meglio perdere con i giovani!”. Da allora è stato un cammino straordinario. Emetteremo delle royalties e il mister ne avrà una percentuale, avviso Gori. Io lo dico sempre: “Per tutta la vita mister Gasperini deve stare a Bergamo!”.

GASPERINI - “Io dico ai ragazzi: quando sei in difficoltà accelera!”. Io mi ero studiato il mio discorsino: il filmato ricorda tre anni di successi. Le ultime pagine degli All Blacks sono bianche, e ognuno che ricomincia la stagione deve scrivere qualcosa. Vedendo questo filmato, io voglio dare il messaggio di guardare avanti perché abbiamo voglia di ridare entusiasmo e felicità alla gente perché quello che più ci ha emozionato è l’entusiasmo che noi abbiamo regalato alla gente negli stadi e quindi noi vogliamo ripartire da qual momento, ci sarà San Siro, le squadre forti, quella musichetta….Io condivido tutto questo con i giocatori e la squadra, non sarebbe stato possibile se le loro prestazioni non fossero state di così valore. Grazie Presidente, senza di lei non sarebbe successo. La prima volta che sono venuto a Bergamo lui, in poche parole a casa sua, mi ha fatto capire l’attaccamento di una città alla squadra. Mi ha detto che il suo sogno era avere otto giocatori del settore giovanile che giocavano nell’Atalanta. In quel momento c’è stata un’intuizione e ho capito che qui si potevano fare cose che in altre piazze non sarebbe stato possibile.Quello di oggi per me è un riconoscimento che mi fa sentire parte ancora di più della popolazione, voi oggi mi avete dato il regalo più bello della mia vita. Cercherò di essere degno di questo riconoscimento, non mi farò espellere e se potrò essere disponibile per qualunque cosa ci sarò felicemente”.

 

gaspcittadinanza1

gaspcittadinanza2

gaspcittadinanza3

ultima foto fonte atalanta.it

 



di Staff




  1. RAMAZZOTTIANA -
     11/09/2019 alle 14:31
    SANTO SUBITO



  2. Eternamente grato a Mister 
    Le sue lacrime di commozione sono quelle, di gioia, di ogni tifoso Atalantino. 



  3. Un condottiero che sa emozionarsi...un Padre che sa elargire e dispensare consigli a piene mani...
    Gasp sei unico e lo sarai SEMPRE...
    Ora sai cosa vuol dire lacrime per la Dea...l'Unica che sa darti emozioni così forti...cosi genuine...cosi dirompenti...
    Com'è duro l'esilio lontana da Te...
    Ti Amo Dea...Ti Amo Gasp...


  4. GRANDE GASP!!!!!GRAZIEEE PER LE TANTE EMOZIONI CHE CI STAI REGALANDOI
    ps Lo so che nel tuo cuore c'e' anche la citta' di Genova...ma li' va bene per andarci al mare quando andrai in pensione


  5. Dal minuto 3 al 4 sfido chiunque a dire che non si sia commosso nel vedere Gasp con i lucciconi 
    SOLO ATALANTA TUTTO IL RESTO AVANZA 


  6. Qui si va oltre il calcio. Gasperini ha portato la Bergamaschità nel mondo. Prima in Italia e poi in Europa.
    Ha mostrato la forma mentis Orobica: il concetto che il lavoro di squadra, lo spirito di sacrificio, il lavoro ossessivo, l' ostinazione umile e la testa dura se inseriti nel contesto giusto danno frutti, anche con poche risorse.
    Nella storia di Bergamo era successo poche volte che qualcosa e qualcuno potesse andare ad insegnare cosa volsse dire avere una cultura bergamasca e chi fossero i bergamaschi e come potessero aggiungere valori al mondo. Mi vengono in mente, fatte le dovute differenze, Gaetano Donizzetti, Costantino Beltrami, i Tasso di Camerata Cornello e la spedizione dei Mille.
    Chiaro qui non si parla di un'impresa che segna la storia dell'umanita. Però il Gasp ha il grande merito di essere stato, come tutti questi, un simbolo che oltre a farci piangere di gioia sul divano o allo stadio, ci rende orgogliosi proprio perchè ha vinto i esprimendo quegli stessi valori che i miei nonni, mio papà e mia mamma mi hanno sempre indirettamente trasmesso e che orgogliosamente cercherò di trasemttere ai miei figli senza troppe parole o spiegazioni. 
    E tutto è stato fatto in silenzio, con la testa bassa e con poche risorse. Come Donizzetti nato poverissimo è diventato uno dei più grandi operirsti della storia; come i Tasso, da un minuscolo paese della valle Brembana, hanno creato da zero il sistema postale moderno; come Beltrami ha scoperto le sorgenti del Mississipi navigando su una canoa minuscola; e come solo mille persone (in maggior parte Bergamaschi) siano riusciti nell' impresa di unificare l'Italia.
    Ecco perchè vogliamo bene la Gasp al di la del fatto di aver reso la Dea degna del suo nome.Non è solo cosa ha fatto, ma come lo ha fatto: da Bergamasco.
    Ecco perchè l'amministazione comunale ha fatto centro nel riconoscergli la cittadinanza onoraria.
    Come ha ben detto il sindaco: ovunque andrai Gasp, e ovunque andremo noi non potremo smettere di essere Bergamaschi e di incarnare quei valori e quei difetti che la nostra gente nella media esprime ogni giorno.
     
     
     


  7. Il nostro Clough, il nostro Shankly! Grazie, grazie, grazie Gasp


    • ...Amen... 
      ...non te l'avevo detto dopo AT v Lazietta 3-4....  
      ...abbi FEDE, il BELLO deve ancora arrivare e....la FIESTA continua...  
       
       
       
       
       


  8. Ragazzi, e anche
    staff ha scritto:
    se volete sul canale yotube del comune c'è tutto il consiglio comunale in alta qualità!
     
    youtube . com / watch?v=Bkz_enckpHI#utm_source=youtubetofb.com&utm_medium=Facebook
     
     


  9. devo ammettere che come persona ha acquisito altri punti nel mio metro di giudizio


  10. ROMAGNANEROBLU -
     10/09/2019 alle 10:17
    Immenso Gasperini Ha stracciato i limiti del passato facendo intravvedere un radioso futuro senza pero'peccare di arroganza e presunzione


  11. Penso che il Gasp sia il personaggio che ha dato di più a Bergamo, la dirò grossa, non solo per quanto riguarda l'aspetto sportivo, dico proprio in generale. Sta cambiando la mentalità dei bergamaschi, conserviamo le nostre peculiarità quali cultura del lavoro, umiltà, la grinta di non mollare mai, caratteristiche che sono sempre state il nostro vanto, ma a volte anche il nostro freno. Da 3 anni a questa parte siamo entrati in un'altra dimensione, vedere la squadra che tutti noi rappresenta e simboleggia, partire per andare ad affrontare gli avversari a casa loro con già l'idea di metterli sotto è un'idea rivoluzionaria, è simbolicamente una ribellione da parte dei bergamaschi al destino che sembrava che qualcuno avesse scritto per noi, e al quale cercare di controbattere sembrava essere peccato (parola non casuale). Forse, anzi sicuramente starò esagerando un po', ma dal mio punto di vista non ringraziaremo mai abbastanza quest'Uomo, spero davvero che lui, e soprattutto i suoi insegnamenti rimangano sempre con noi. 


    • Credo proprio che tra qualche decennio oppure secolo sarà questo il senso di questa storia. Sì, proprio oggi, quando una buona idea vale più di un capitale accumulato, e quando la determinazione, l’umilta, la capacità di sacrificarsi per realizzarla e la voglia di lavorare sono le risorse essenziali per arrivare a realizzarla.... beh, sì. È così.
       
      Tra qualche settimana guarderemo dritto negli occhi il City dei petrodollari, e comunque vada a finire io sono certo che avremo messo altri quintali di orgoglio in questo zaino. 
       
      Vale la pena crederci. Noi lo abbiamo sempre saputo. Adesso lo sanno anche gli altri. Per questo la cittadinanza a Gasperini era obbligatoria.


    • Capisco l'entusiamo e le gioie che ci ha fatto vivere, che ci sta facendo vivere e che ci farà ancora vivere il GRANDISSIMO Gasperini, però teniamo tutti gli entusiasmi entro i giusti confini.
      L'affermazione che fai, rende il giusto merito a Gasperini, ma, così posta, va ad offuscare il merito che hanno avuto altri personaggi che hanno portato Bergamo a livelli mondiali.
      Mi viene in mente, per esempio, il Dott. Luciano Parenzan.
      Non sto qui a descriverti chiè e dove ha portato Bergamo perchè sarei completamente OT, ma ti consiglio di leggere su wikipedia e ti fai un'idea.
       
      Detto ciò
      VIVA GASP!!!!!!!!!!!!!


      • All'illuminato che ha messo il dislike,
        auguro di non aver mai bisogno degli allievi cresciuti dal dott. Parenzan (perchè lui ormai non c'è più)


    • Concordo  
       


    • LEGGENDA!!!!
      Oltre il campo, oltre l'aspetto sportivo
      Grandissimo uomo e condottiero!!


    • Stra stra stra quoto ..... golfrazzo - 10/09/2019 alle 9:59 



  12. Gianpiero Gasperini. Standing ovation di tre ore, con le ferite sulle mani. Tassello importantissimo della nostra attuale situazione. 


  13. andiamo a prenderci quellka coppItalia che mi è rimasta sullo stomaco lo scorso maggio
    anche xchè giela dobbiamo ficcare su dal k--- a LOTIRCHIO !!!
     


  14. Dal Vangelo secondo il VateGasp Anno 4 capitolo Cittadino Onorario versetto 1.....



  15. In GASP We Trust   
    FOR EVER...
     


  16. Mai premio fu più meritato. Adesso manca la ciliegina. Gasp vuole vincere qualcosa e vuole farlo per tutta Bergamo. 


  17. Complimenti Mister!!
    Con te risultati pazzeschi e un gioco fantastico.
    Nessuno come te.
    Oltre le chiavi della Città e la cittadinanza onoraria ti darei anche le chiavi di casa mia


  18. Un allenatore che entusiasma per come fa giocare la squadra per come ha cambiato la mentalità provinciale della società e dei suoi tifosi in ambizione verso obiettivi che sembravano a noi irraggiungibili, grazie grazie grazie








  19. Uno di noi!

    Anche legalmente ora.


  20. IL PIÙ GRANDE DI SEMPRE 
    GRAZIE DI ESISTERE GIANPIERO


  21. COMPLIMENTI  MISTER  
    PIENAMENTE  MERITATA LA CITTADINANZA !!!



  22. Grazie Mister! 



Username:

Password:

Oppure collegati con i canali social:
Commento:



Regolamento Commenti


ARTICOLO 1 - Chi puo' scrivere

Solo gli utenti registrati possono inserire commenti. Il commento va in rete immediatamente sotto l'articolo scelto



ARTICOLO 2 - Registrazione su dati reali

Per registrarti clicca su "Registrati" nel menu in alto in fondo a destra. Se ci lasci un' email non esistente o utilizzi un server anonimo la tua registrazione puo' essere cancellata in qualsiasi momento



ARTICOLO 3 - Gli argomenti trattati

I commenti devono riguardare nei limiti del possibile l'articolo relativo.
I commenti fuori tema (OT - off topic) sono tollerati purchè non insistiti o in palese mala fede. Nel qual caso verra' applicato l'articolo 4



ARTICOLO 4 - Infrazioni e conseguenze

Interverremo su

- Messaggi contenenti volgarità, ingiurie, razzismo, calunnie e diffamazioni. Ai sensi degli Artt. 594, 595 e 660 del Codice Penale tali messaggi potrebbero costituire reato.
- Messaggi che violano le piu' generali convenzioni della buona educazione e del decoro o che in qualunque modo violino o spingano a violare disposizioni di legge o amministrative.
- Doppioni (lo stesso messaggio lasciato sotto piu' articoli)
- Attacchi hackers

I gestori del sito si riservano il diritto di rimuovere, in parte o integralmente, i contenuti dei commenti che non rispondano alle disposizioni di cui sopra. In caso di comportamento insistito l'autore dell'infrazione verrà bloccato in via temporanea o permanente

Il sito mantiene un archivio a disposizione delle autorità preposte affinchè sia possibile risalire all'autore di ogni commento qualora, tramite le suddette autorità, persone o enti che si ritenengono danneggiati, possano far valere i propri diritti, secondo la legge, nei confronti dei responsabili.



ARTICOLO 5 - Finalita' del sito

L'intenzione dei gestori è di adottare qualsiasi misura idonea ad agevolare e continuare un corretto e civile svolgimento del dibattito cercando di operare in modo piu' obbiettivo e trasparente possibile.