Scudetto a poco prezzo: Sacchi, ti ricordi il Leicester? – by Albo

19-07-2021 12:00
35 C.

“Se spendi 10 e le altre 100, è difficile risultare favoriti per lo Scudetto”. Pensieri e parole rilasciate alla Gazzetta da Arrigo Sacchi, grande mente illuminata del calcio italiano che sicuramente non parla a vanvera, ma che personalmente cozzano un poco con la filosofia del “calcio totale” mostrato con il Milan degli olandesi e la Nazionale.

L’ex c.t degli Azzurri meglio di tutti dovrebbe sapere come i milioni contano relativamente su un campo da gioco, perché spesso è il collettivo, non il singolo a vincere. O meglio, un gruppo di stelle pagate a peso d’oro.

Certo, grazie ai miliardi di lire spesi dal patron Berlusconi per i vari Rijkard, Gullit e Van Basten, forse il suo concetto di bel gioco passò leggermente in secondo piano, dato che quella triade di fenomeni bastava e avanzava per pagare il metaforico ristorante dello Scudetto da 100. E soprattutto le cene luculliane di Champions League.

Qualche decennio dopo Antonio Conte riprese il concetto del tecnico emiliano, con la famosa frase “Non puoi mangiare con 10 euro in un ristorante da 100 euro”, segno di come nel calcio moderno sia vigente la presunta equazione “Più spendo= più vinco senza problemi”.

Equazione confutata dai vari City e PSG in campo internazionale negli ultimi anni, ma dettagli. O forse no.

Già perché l’Atalanta in questo lustro ha dimostrato di saper raggiungere i propri obiettivi e addirittura superarli alla grande spendendo poco.

I trofei ancora stentano ad arrivare, vero, ma i piazzamenti raggiunti in campionato e in Champions sono risultati più esaltanti rispetto alle più blasonate Inter, Milan e Juventus, che non hanno certo badato a spese per tornare ai vecchi fasti del passato, ma ancora una volta qualcosa è andato storto.

Fortuna per qualcuno, capacità di approfittare del momento di calo delle altre per raggiungere il massimo splendore per altri, ma non per il caro Sacchi che riconosce la forza delle idee di Gasperini, che tutto sommato vede con un erede ideologico, ma senza coppe o trofei da vantare.

Già, perché alla fine conta solo vincere per non passare come un eterno incompiuto, ma sono rari i casi in cui la sola fortuna e il solo lavoro di squadra hanno trionfato su squadroni ben più attrezzati.

E allora come se lo spiega il caso del Leicester di Ranieri campioni di Premier League nel 2016, squadra partita in sordina con una campagna acquisti di circa 50 milioni (alti per gli standard italiani, ma là c’è più grana anche per le piccole) e che è riuscita ad avere la meglio sulle mostruose United, City, Chelsea, Arsenal , Liverpool e Tottenham?

Altro raro momento storico in cui Davide sconfigge Golia, ma passato alle cronache proprio perché alla fine l’agognato (ma non aspettato) trofeo è arrivato.

Un trofeo (come lo Scudetto) che ora in molti confidano che la Dea possa vincere, per non dimostrare di essere un’eterna compiuta, ma come i soldi alla fine possono accorciare i tempi verso momenti di gloria. Come diceva una vecchia frase di Spiderman “Da grandi poteri derivano grandi responsabilità”. In questo caso da grandi milioni deriva l’obbligo di vincere, perché a noi basta solo riassaporare quei momenti di gloria, rimanendo fedeli a ciò che siamo.

 

Albo

 

Bookmark(0)

By staff
staff

35
Inserisci un commento

Please Login to comment
28 Albero dei commenti
7 Albero delle risposte
0 Followers
 
Commento con piu' reazioni
Commenti piu' visti
31 Autori
95Frankpaolo_treiReMoDemiswkaLOER Autori di commenti recenti
  Iscrviti  
Nuovi Vecchi Piu' votati
Notifica di
ReMo
Membro
ReMo

Ricordo, da ragazzo, la cocciuta determinazione che mi spingeva a diversi tentativi, pur di lasciare il chiosco ittico avendo vinto un pesce rosso, con una insistenza tale che, a fronte dei versamenti effettuati, l'addetta alchiosco, mi omaggiava di un pesciolino, anche in caso di mancata vincita. L'ex mister rossonero, che di luna park dovrebbe intendersi, dopo aver vinto titoli conseguenti ad esborsi miliardari, si ritiene in grado di formulare previsioni a noi nefaste, in quanto non abbiamo ne tanti mezzi e tanto meno intendimenti, di svenarci negli acquisti. Per contraddire le sue bislacche teorie, aggiungo che, talvolta, il pesciolino dorato lo vincevi con il primo lancio pallina, senza necessità di spremere il borsello. Noi abbiamo fiducia Arrigo, ma tu dovresti avere più umiltà.

95Frank
Membro
95Frank
"Noi abbiamo fiducia Arrigo, ma tu dovresti avere più umiltà".

Ciao Remo

Arrigo dovrebbe anche trovare il coraggio di dire che nella stagione 2019/20, al netto del trittico di Rocchi (Lazio, Juventus e Inter) e altre "porcate" albitrali, l'Atalanta ha in realta' gia' vinto lo scudetto come testmoniano classifiche stilate da Agenzie di Betting (al netto di evidenti "errori" arbitrali) basate anche su un algoritmo prodotto dalla Universita' di Cambridge,
LOER
Membro
LOER
beh per continuare nel solco delle frasi fatte e delle citazioni da bacio perugina io dico che i soldi non fanno la felicita' (o le vittorie) ma aiutano a perseguirle.
ovvio che per vincere qualcosa spendendo un quarto degli altri bisogna essere il quadruplo piu' bravi. essere il quadruplo piu' bravi di tutti quelli che spenderanno il quadruplo di noi non e' impossibile... ma altamente improbabile.
io non credo proprio che vinceremo lo scudetto, troppo improbabile. ma non impossibile quindi se lo vinceremo ciocca di 10 giorni e tatuaggio a tema che scoprior' di aver fatto solo 3 giorni dopo la fine dell'hangover
LOER
Membro
LOER
ps: sacchi, ok giocavate bene ma senza i soldi degli stallieri non vincevate un cazzo...
Atalantinho
Membro
Atalantinho
noi comunque non dobbiamo puntare allo scudetto, ma a fare del nostro meglio
paolo_trei
Membro
paolo_trei
Nemesis68
Membro
Nemesis68
Chiaro che l'equazione più spendo più vinco non è sempre verificata (anche perchè è sempre uno solo che vince), ma di regola, la vincitrice appartiene alla schiera di quelle che hanno speso di più (e magari meglio).
La frase di Sacchi è assolutamente condivisibile, e il fatto che l'Hellas Verona, la Sampdoria (che pure era tutt'altro che una provinciale con i petrodollari di Mantovani) e il Leicester (che aveva comunque risorse finanziarie non paragonabili alle nostre) sia eccezioni celebrate negli annali conferma che la regola sia appunto un'altra.
Dire che l'Atalanta non possa essere considerata la favorita per lo scudetto (lasciando poi perdere cosa avremmo scritto se avesse detto il contrario ... 1) porta rogna 2) vuol destabilizzare l'ambiente 3) vuole caricarci di responsabilità ... e potrei proseguire a lungo) è un'affermazione di assoluto buonsenso, e NON SIGNIFICA dire che non lo possa vincere, ma semplicemente che squadre come Juventus o Inter, potendo investire cifre superiori su una base già assolutamente solida, siano da considerare maggiormente favorite.
libero
Membro
libero
Io se voglio posso andare in ristoranti da 20 euro e mangiare meglio che in quelli stellati da 100 e passa euro dove ti portano piatti grandi 5 volte la porzione di cibo ed esci ancora con la fame ma il portafoglio leggero
Lorenz67
Membro
Lorenz67
certo un trofeo rimane un trofeo che testimonia "fisicamente" una vittoria e premia tangibilmente lo sforzo fatto.... ma se chiedete a qualsiasi tifoso quale fosse la miglior squadra degli anni '70 la maggioranza non avrebbe esitazioni nell'indicarvi l'Olanda di Crujff, che di trofei ne vinse zero ma di cui si parla ancor oggi...
se agli stessi tifosi chiedete di nominarvi anche solo una delle nazioni vincitrici dei campionati europei o mondiali di quegli anni credo che chi sarebbe in grado di rispondervi "al volo" come nel primo caso sarebbe una minoranza....
Ancor oggi si parla del foggia di Zeman ad esempio, come squadra fatta con due soldi che rivoluziono' il modo di giocare... e gia' oggi molti tifosi di altre squadre se chiedete chi sia la squadra che sta giocando il miglior calcio negli ultimi anni vi diranno al volo la Dea..... quindi immaginatevi tra 10-20-30 anni quando si racconteranno ancora le gesta delle goleade in campionato, delle vittorie di anfield e amsterdam arena, o con lo shaktar.. o le umiliazioni rifilate a turno un po' a tutti i top team nostrani...
Si, un trofeo ce lo meriteremmo dannatamente e solo noi possiamo dire quanto dopo i continui scippi degli ultimi tre anni, ma se anche non arrivasse le gesta di questi anni sono gia' scolpite nella storia e nella memoria di tutti i tifosi, e non solo atalantini ed ha viaggiato ben oltre i confini italici...
Oscar1962
Membro
Oscar1962
Il Leicester all'epoca valeva almeno cinque volte l'Atalanta.
Basta andare a vedere in internet di quale centro di allenamento si siano dotati.
Quell'anno oltre alla loro bravura usufruirono di una congiunzione astrale irripetibili.
Infatti non si sono ripetuti, non dico per il titolo, ma neppure per rimanere a livelli Champions. Mi correggano gli esperti di calcio inglese se sbaglio.
Noi viceversa siamo lì, ancora in mezzo alle scatole. Per vincere però manca il gradino più difficile oltre ad una mancanza che è anche la nostra forza: non sappiamo rinunciare a nulla.
Se ne fossimo capaci di puntare ad un solo traguardo forse, e dico forse, ce la giocheremmo fino alla fine.
Baja66
Membro
Baja66
Oscar, proprio sotto ho scritto di congiunzione astrale chissa' mai che sia l' anno giusto
Atalantinho
Membro
Atalantinho
concordo, è brutto da dire ma io concentrerei le forze esclusivamente sul campionato per vedere che succede
Fartur
Membro
Fartur
Se aggiungi al budget gli influssi negativi da parte del sistema, quello che stiamo facendo da 5 anni a questa parte ha del miracoloso.
Vincere anche un trofeo andrebbe oltre i sogni.
marcotrisma
Membro
marcotrisma
Appunto , se hai in TASCA 10 Euri NON puoi entrare in certi posti a mangiare ma se sei nel GIRO giusto ( CAMPIONATO) puoi essere invitato anche se in tasca non ne hai di soldi ( campioni ) sei limitato ma MANGIANDO anche l'erba , puoi DIMOSTRARE che ci sei anche tu !
N.B. A cosa SERVONO gli omini neri (buttafuori) di rizzoli ? quando VEDONO che alzi il gomito (classifica) intervengono X ricordarti da dove vieni e sopratutto , dove FINIRAI !
Demiswka
Membro
Demiswka
Continuando con questo modo di vedere non vinceremo mai una mazza. Fortunatamente c’è l’hanno solo alcuni tifosi.
moreto
Membro
moreto
Sacchi non ha detto nulla di più di ciò che ha sempre ben chiarito il GASP ovvero che la differenza fra noi e gli altri è tutta nella possibilità di potersi pigliare i più forti e costosi vincendo in qualche modo " facile "
non dimentichiamo la irremovibile volontà della stanza dei bottoni che distribuisce in modo non equo i soldini dei diritti televisivi dando tanto, troppo ai soliti e poco ai poveri
Ma ciò non toglie che vincerlo così è da eroi unici e noi lo si vuole !
il MISTER è il più forte,il gruppo è determinato e voglioso di dimostrare agli altri quanto sono cazzuti . La storia e la gloria ci aspettano
forza ragazzi : andiamo x lo scudo !
andiamo a stupire il mondo intero !
Marcutio
Membro
Marcutio
In tutta onestà la nostra stessa Atalanta, se escludiamo l'anno in cui è scattato questo magnifico periodo, con l'annata dei Petagna, Gagliardini, Kessie, Conti, Caldara, per confermarsi ad alto livello ha iniziato ad inanellare gli ingaggi più costosi della sua storia.
Clod1907
Membro
Clod1907
Il pensiero di Sacchi a mio parere è il più bilanciato che ho sentito.
Le squadre che vincono lo scudetto spendendo poco si contano sulle dita di una mano contando i 4 maggiori europei.
Comunque è possibile senza che queste partano con i favori del pronostico come è successo al Leicester per ultimo ( ma ha speso ben più del Tone).
Ci sta quindi che la dea a sorpresa vinca lo scudetto ma è molto più facile il contrario.
Quindi meglio non pertire favoriti anche per questioni scaramantiche oltre che per pesantezza di obiettivo da raggiungere.
Comunque per me le tre qualificazioni consecutive in UCL sono come scudetti.
Non eravamo favoriti e ci siamo qualificati.
orobico72
Membro
orobico72
Sembra che io me li vada a cercare i dislike ma secondo me, quanto abbiamo fatto fino ad ora, è qualcosa di eccezionale. Per questo diventa quasi impossibile fare meglio alle condizioni attuali. Certo se poi domani il Tone vende tutte le sue società e compra tre o quattro top player allora diventa più facile.
mmfa
Membro
mmfa
non credo nemmeno che il problema sia il fatto che se spendi poco sia impossibile arrivare a certi traguardi. per me il problema nel nostro caso sono le varie insidie e puttanate che subiamo per decisioni contro o le decisioni a favore che vanno ai soliti che spendono e spandono. il problema lo si è visto nelle finali di coppa Italia e nel campionato 2019/2020. al netto di torti arbitrali a noi e favori arbitrali ad altri i numeri per vincere ci sarebbero stati. semplicemente è irrealistico che la squadra che per 2 anni consecutivi fa il maggior numero di gol produce e occasioni da rete ha la media di rigori concessi quanto una neopromossa mentre il milan dell'anno scorso e la lazio di due anni fa arrivano nell'intorno o passano i 20 rigori concessi.
non lo voglio dire per vittimismo lo trovo semplicemente un dato di fatto e per questo non mi faccio mai illusioni.
KOBR4M74
Membro
KOBR4M74
Secondo me ha ragione con il nostro budget è impossibile partire favoriti o con l'obbiettivo scudetto... ma questo non vuol dire che non sia possibile. Lo stesso Leicester non era certamente partito con i favori del pronostico
TREINEROBLU
Membro
TREINEROBLU
Quando Sacchi prende la parola vorrei tanto essere il suo interlocutore, vorrei essere a quattro occhi con lui per ricordargli quell’Atalanta bilan di coppa Italia e la vigliaccata del trio baresi-Massaro-borgonovo.
diegobg
Membro
diegobg
Non sono certo un difensore di Sacchi. Ma la domanda è stata fatta più volte e ha sempre ribadito che nella sua carriera ci sono due macchie di cui si vergognerà sempre: le luci a Marsiglia (dove poteva fare poco, con Galliani in campo) e il rigore di Bergamo...
Briske
Membro
Briske
Ha detto la verità, cioè che è difficile, ma si trova sempre qualche contestatore aggratis.
credo
Membro
credo
Se cadiamo nella presunzione non abbiamo capito niente... Non possiamo avere la presunzione di dire che partiamo con questo obiettivo
romy67
Membro
romy67
In linea di massima ha ragione, difficile ma non impossibile.
Sniper18
Membro
Sniper18
Prima riga: “Se spendi 10 e le altre 100, è difficile risultare favoriti per lo Scudetto”. Ha detto difficile, non impossibile. Il Leicester è stato un’exploit improvviso di 1 anno, che poi ha dati continuità arrivando quasi sempre nelle top 6 dopo quel titolo. Noi stiamo facendo l’inverso, arriviamo sempre nelle top ma ci manca il titolo. Loro erano sottovalutati, nessuno si aspettava una cosa del genere, da salvezza a scudo in 1 anno, li prendevano sottogamba anche nei big match. Noi no, sono anni che stiamo in alto e prendiamo a schiaffoni le presunte “big”, perciò l’effetto sorpresa non c’è, nessuna squadra ci sottovaluta perché tutte sanno quanto siamo forti. Ovviamente mi riferisco alle vere e proprie squadre, non alle previsioni di giornalisti che non sanno nemmeno si cosa parlano
diegobg
Membro
diegobg
Per me ha detto la verita...e sottolineando I nostri meriti.
Atalantathebest1907
Membro
Atalantathebest1907
Ha vinto con 81 punti. La seconda è arrivata a 71 punti. Hanno completamente steccato tutte le big. Una cosa che succede ogni 50 anni.
Baja66
Membro
Baja66
Non esiste una logica precisa.

Ogni storia e' a se'.

Diciamo che a BG si e' seminato molto molto bene. Si puo' vincere senza necessariamente aver speso

follemente. Abbiamo esempi lampanti di societa' che hanno sprecato fino all' inverosimile e non hanno

ottenuto nulla. Il ns. connubbio vincente e' la presidenza con i contro pallettoni e l' uomo in panchina.

Quest' ultimo puo' fare la differenza sul campo. Se tutti gli astri si congiungono senza bisogno di fare

assurde follie puo' essere il nostro anno.
Castigamatti
Membro
Castigamatti
Non capisco il punto. Ha detto che "è difficile", non "scordatevelo" o "impossibile".
Cosa doveva dire? Che siamo i favoriti? Non mi sembra che il Leicester all'inizio di quel campionato fu molto accreditato alla vittoria..
Ode2392
Membro
Ode2392
Vallo a dire al PSG. Togliete il vino a quell'uomo prima che inquini l'aria con le sue cagate.
Svob1
Membro
Svob1
Noi ci proviamo e a palle incatenate
CARS 2
Membro
CARS 2
A me sembra che il Var abbia confermato il nuovo PL.
Palazzine in classe A , anzi in serie A
ROMAGNANEROBLU
Membro
ROMAGNANEROBLU
Il prezzo più alto si paga alla classe arbitrale Nonostante il var abbia in parte sanato il ladrocinio

Regolamento Commenti


ARTICOLO 1 - Chi puo' scrivere

Solo gli utenti registrati possono inserire commenti. Il commento va in rete immediatamente sotto l'articolo scelto



ARTICOLO 2 - Registrazione su dati reali

Per registrarti clicca su "Registrati" nel menu in alto in fondo a destra. Se ci lasci un' email non esistente o utilizzi un server anonimo la tua registrazione puo' essere cancellata in qualsiasi momento



ARTICOLO 3 - Gli argomenti trattati

I commenti devono riguardare nei limiti del possibile l'articolo relativo.
I commenti fuori tema (OT - off topic) sono tollerati purchè non insistiti o in palese mala fede. Nel qual caso verra' applicato l'articolo 4



ARTICOLO 4 - Infrazioni e conseguenze

Interverremo su

- Messaggi contenenti volgarit?| , ingiurie, razzismo, calunnie e diffamazioni. Ai sensi degli Artt. 594, 595 e 660 del Codice Penale tali messaggi potrebbero costituire reato.
- Messaggi che violano le piu' generali convenzioni della buona educazione e del decoro o che in qualunque modo violino o spingano a violare disposizioni di legge o amministrative.
- Doppioni (lo stesso messaggio lasciato sotto piu' articoli)
- Attacchi hackers

I gestori del sito si riservano il diritto di rimuovere, in parte o integralmente, i contenuti dei commenti che non rispondano alle disposizioni di cui sopra. In caso di comportamento insistito l'autore dell'infrazione verr?| bloccato in via temporanea o permanente

Il sito mantiene un archivio a disposizione delle autorita' preposte affinchè sia possibile risalire all'autore di ogni commento qualora, tramite le suddee tte autorita' , persone o enti che si ritenengono danneggiati, possano far valere i propri diritti, secondo la legge, nei confronti dei responsabili.



ARTICOLO 5 - Finalita' del sito

L'intenzione dei gestori è di adottare qualsiasi misura idonea ad agevolare e continuare un corretto e civile svolgimento del dibattito cercando di operaree in modo piu' obbiettivo e trasparente possibile.