Home Notizie Spadafora: “Stadi aperti a settembre? E’ fuori dalla realtà”

Spadafora: “Stadi aperti a settembre? E’ fuori dalla realtà”

39

 

Dopo le dichiarazioni di qualche tempo fa, il Ministro allo sport Vincenzo Spadafora è tornato nuovamente sui suoi passi per quanto riguarda la questione dell’apertura degli stadi. “É un’ipotesi fuori dalla realtà. Bisogna ancora capire come evolverà la situazione sanitaria: le fughe in avanti di chi vuole ripartire subito e con gli stadi aperti sono fughe fuori dalla realtà, che trovano riscontro nelle decisioni del Governo.“, queste le parole di Spadafora, che considera perciò fuori discussione pensare al ritorno del pubblico negli stadi, secondo le dichiarazioni rilasciate a Radio Kiss Kiss, riportate da Calciomercato.com. A preoccuparlo principalmente è il protocollo. Spadafora: “Per settembre speriamo si riparta in tranquillità” La stagione sta per volgere al termine ed il Ministro commenta così: “Il campionato di calcio si chiuderà in questo weekend e già questo mi sembra un grande successo. Siamo stati cauti e abbiamo fatto le cose con calma, riaprendo solo quando è stato possibile e non quando qualcuno ha provato a costringerci a farlo. Ora, per settembre, speriamo si riparta in tranquillità.“. Continua poi esprimendosi su quanto detto da Gravina sul protocollo: “Anche io sono preoccupato, perché sono preoccupato principalmente della situazione emergenziale sanitaria in Italia. Quando capiremo come evolve la situazione sanitaria, ci occuperemo anche del calcio e di tutto il resto.”.

Bookmark(0)

39
Inserisci un commento

Please Login to comment
18 Albero dei commenti
21 Albero delle risposte
0 Followers
 
Commento con piu' reazioni
Commenti piu' visti
23 Autori
BSoaressnake1907BrasaQanonBruto Autori di commenti recenti
  Iscrviti  
Nuovi Vecchi Piu' votati
Notifica di
Qanon
Membro
Qanon
vaccino? AHAHAH SVEGLIATEVI! siete schiavi del sistema!!! #Qanons
Qanon
Membro
Qanon
svegliarsi non significa essere IRRESPONSABILI ma swmplicemente rendersi conto in che periodo storico viviamo e ragionare con la propria testa. un consiglio, SPEGNETE LA TV E ACCENDETE IL CERVELLO
Bruto
Membro
Bruto
Ma vi siete tutti rincoglioniti da un ministro che ne ha combinate di tutti colori che per proporre solo il 25% FI tifosi allo stadio vuol dire che non conosce la realtà delle tifoserie.Se aspettate il vaccino vivete sulla luna perché quando ci sarà vi assicuro che tanta gente che conosco e pure io non si vaccinera . Quindi tutti allo stadio con mascherina UNICA SOLUZIONE ! Non credete a tutto quello che vi dice il comitato scientifico governativo !!!
Qanon
Membro
Qanon
bravissimo! #Qanons
Brasa
Membro
Brasa
Hai ragione ascoltiamo te che ne sai senz'altro di più di epidemiologia e farmacologia.
Pensare con la propria testa è fondamentale, così come avere la consapevolezza che non possiamo conoscere tutto lo scibile umano e dobbiamo gioco forza fidarci di chi ne sa più di noi (tenendo a mente che non sono nemmeno loro infallibili, ma sicuramente più competenti di noi).
ReMo
Membro
ReMo

Abbiamo vissuto un'esperienza allucinante per tutti e terribile per chi è stato colpito, direttamente o negli affetti più cari. I timori che ancora sussistono, soprattutto per leincognite sulla possibile recrudescenza, hanno tolto a molti la disinvoltura nell'affrontare le prospettive della vita. D'altro canto in molti si sono voluti gettare alle spalle il periodo del terrore e si buttano a capofitto e senza le minime precauzioni, in tutte le manifestazioni di massa. Dovremmo rammentarci che, una eventuale recrudescenza della patologia, trova in costoro gli incauti propalatori. Giusto tornare nell'ottica di una vita normale, ma non disgiungiamola da una ragionevole prudenza. Disponiamoci ad accogliere con intelligenza le limitazioni che ci vengano imposte, vigilando però che non si tenti di creare uno scudo 'emergenza',politicamente favorevole ad aggirare i dettami della reale democrazia.

mr magoo
Membro
mr magoo
Stadi pieni impensabile di sicuro.
Tra n pò torneranno restrizioni ovunque.
Bisognerà aspettare un vaccino o sperare che in autunno/inverno non torni l'epidemia in modo violento.
Bruto
Membro
Bruto
Il comitato scientifico ti ha proprio rincoglionito mi dispiace adesso è ora di aprire gli occhi !! SVEGLIA fatevi delle domande !
crazyhorse200
Membro
crazyhorse200
Una domanda
Ma se le DISCORECHE sono riaperte
Perche mai lo Stadio all aperto non potrebbe riaprire? Con obbligo di mascherina ovviamente .
Robe all italiana un po si ed un po no
mlucky
Membro
mlucky
La vedo dura fare cori e incitare la squadra con mascherina correttamente indossata...
Si finirebbe inevitabilmente con un "faccio quello che voglio" all'italiana, e addio prevenzione...
snake1907
Membro
snake1907
Riaprire a capienza massima è impensabile, e mi viene da dire che lo sarà probabilmente per molto tempo.
Sul riaprire a capienza ridotta con le giuste misure sarei per farlo da subito
Bruto
Membro
Bruto
Cosa implica la capienza ridotta ? Te lo dico io: che gli abbonati ti faccio un esempio della curva nord quasi esaurita che l anno scorso hanno fatto delle file e sacrifici per ottenere l abbonamento con che criterio fai entrare uno al posto dell altro ? Se si vuole creare tensioni tra la tifoseria e società questa è la volta buona, quindi TUTTI con mascherina o NESSUNO
snake1907
Membro
snake1907
Non ho capito bene cosa intendi, comunque penso anch'io che capienza ridotta con abbonati sarebbe una follia totale: se io ho la fortuna di accaparrarmi l'abbonamento sono apposto per tutto l'anno, qualcuno che magari arriva 10 secondi dopo di me resta fregato e non può entrare per tutta la stagione. Chiaro che sarebbe inapplicabile perché fortemente ingiusto.

Con biglietti singoli partita per partita di metodi ce ne sarebbero. Ad esempio chi ha comprato il biglietto per una partita perde il diritto di acquistarlo per quella dopo, lasciando spazio a chi non l'aveva trovato; oppure sorteggio: non è il massimo ma è un metodo democratico.
Chiaro che tutto questo lo si farebbe avendo sempre in mente che si sta vivendo un periodo particolare che non durerà in eterno. Così come giocare a porte chiuse è stato meglio di niente, anche ndare allo stadio con un terzo degli spettatori forse sarebbe meglio di niente...
BSoares
Membro
BSoares
Beh con le "tensioni" all'interno della tifoseria per i biglietti abbiamo gia' dato a capienze intere. Brescia (NB te lo dice un non tesserato abbonato in Nord), lo sciopero del tifo indefinito che sembrava materializzarsi alla vigilia di Atalanta-Roma. A biglietti e' da un po' che ognuno tira acqua al suo mulino, i piu' ridicoli di tutti (ma con il benestare della societa') quelli dell'agenzia di viaggi.
BSoares
Membro
BSoares
Brescia specifico non ha portato tensioni di nessun tipo, anzi ha visto la tifoseria compatta. Intendevo che li' gia' si veedeva chiaramente la sagoma e lo slogan del "O tutti o nessuno", anche pre Covid.
Davor
Membro
Davor
4 mesi fa venivamo bombardati da terrore, ansia, immagini strazianti...4 mesi non 4 anni

Adesso la gente sgomita nei bar, per andare in vacanza, sul treno, allo stadio a settembre

La mia opinione,magari non piacerà a tutti eh, è che sarebbe il caso di tenere un po' di equilibrio in un senso e nell'altro
Meglio fare le cose con calma, piuttosto che ributtarsi a capofitto e tornare in preda al panico
tozzi69
Membro
tozzi69
Buongiorno:avere un po di cautela non guasta preferisco aspettare un po di piu' pero quando saranno riaperti gli stadi lo saranno al 100%.ho avuto esperienze in altri paesi e tutto sommato il governo secondo la mia modesta opinione si sta comportando in modo coerente , l'unico problema e non da poco che in italia vogliono tutti essere al potere ma nessuno vuole assumersi responsabilita decisionali xche senno' sei impopolare allora via a questi giochetti da scarica barili. alla fine un accordo lo troveranno
meeladea
Membro
meeladea
Ottimo... allora si torna al Gewiss Stadium... considerando che aveva detto che il campionato non avrebbe ripreso...
Brasa
Membro
Brasa
In linea teorica il discorso è anche condivisibile, siamo ancora in una fase in cui bisogna avere la massima cautela.
Però alla luce delle decisioni in tutti gli altri campi (ultima la volontà di riempire mezzi pubblici al 100%) francamente mi sembra una tesi insostenibile.
Mauri62
Membro
Mauri62
Allora...treni e bus pieni ,ma con obbligo di mascherina, e sono ambienti chiusi. Allo stadio all'aperto è fuori dalla realtà. Qui fuori dalla realtà c'è parecchia gente. Il contagio c'è ma non c'è nessuno in terapia intensiva. Al solito non si capisce più niente.
Jason80
Membro
Jason80
Nessuno ha la verità in tasca su questa pandemia, neanche gli specialisti. In questo contesto vale il principio di prudenza. Non si possono paragonare poi le eccezioni (giuste o sbagliate che siano) riservate a settori fondamentali di servizio pubblico, rispetto allo stadio, che è un elemento ricreativo e che peraltro crea significativi problemi di ordine pubblico anche in contesti di normalità. E, ripeto, il circo può andare avanti anche grazie alle tv.
Brasa
Membro
Brasa
Puoi aver ragione sui mezzi pubblici (anche se c'è una buona percentuale di persone che ne fa uso per esigenze non primarie), ma se poi aprono le discoteche (che credo sia una delle situazioni in assoluto più favorevole alla diffusione del contagio) tutto il ragionamento decade e diventa complicato giustificare la disparità di approccio.
jolly85
Membro
jolly85
Io sono bloccato in un albergo in alto Adige perché un ospite è risultato positivo e stiamo aspettando gli esiti dei tamponi di tutti gli ospiti...immaginate se ne risultasse positivo uno che è stato allo stadio...cominciamo a riaprire le scuole che la gente ne ha più bisogno...per andare allo stadio possiamo aspettare ancora due o tre mesi...
Brasa
Membro
Brasa
Innanzitutto ti auguro di poterti liberare al più presto senza conseguenze1!
Allora ripeto, io sono per la prudenza, avrei preso decisioni più cautelative...
Non capisco queste disparità in settori comunque non primari...
Cmq non sono un tecnico ma credo che un eventuale blocco dovrebbe essere limitato al solo settore (o meglio a parte di esso), se l'accesso/uscita allo stadio vengono gestiti in maniera adeguata
Tony1907
Membro
Tony1907
Non voglio entrare in politica perché non è la sede giusta, ma io dico solo quello che vedo, la situazione sanitaria in questo momento mi pare buona, vedo i bar pieni con la gente tutta attaccata, ho letto ieri che ripartono i mezzi pubblici che sono luoghi chousi e stretti con la capienza massima a patto che tutti tengano la mascherina, quindi non vedo il motivo, se la situazione fosse ancora quella attuale di non riaprire gli stadi a settembre, ovviamente con mascherina. Ovvio che se invece la situazione sanitaria dovesse peggiorare si potranno prendere in considerazione altri scenari.
Jason80
Membro
Jason80
Partendo dal presupposto di rispetto delle norme (quindi che eventuali bar affollati debbano essere controllati ed eventualmente sanzionati) però si tratta di situazioni diverse e non paragonabili.
I mezzi pubblici garantiscono un servizio essenziale e (sempre partendo dal presupposto del rispetto delle norme) non possono essere più che tanto compressi o ridotti.
I bar e gli esercizi simili svolgono un servizio necessariamente in presenza: se chiudono è una catastrofe occupazionale e sociale per l'Italia.
Il calcio invece può erogare il suo servizio anche in remoto, tramite TV ecc. Quindi il principio di prudenza vorrebbe che tutti i servizi che possono essere svolti a distanza, lo siano.
Andare allo stadio è uno svago e non un diritto fondamentale che non può essere limitato o soppresso per un periodo.
Jason80
Membro
Jason80
Al momento, con i contagi che salgono in tutto il mondo, è surreale parlare di riapertura. Che altri settori abbiano regolamentazioni diverse è di poco momento, sono anche situazioni differenti ed inoltre se anche si sono prese decisioni sbagliate in altri campi, non è il caso di estenderle altrove.
Concordo con Fara sulla ottima gestione del campionato in Italia. In generale la situazione di crisi è stata affrontata con equilibrio e bilanciando diritti e interessi.
farabundo
Membro
farabundo
a proposito del campionato, dove sono tutti i palazzinari che invocavano positivi a comando nel caso la lazio non vinceva lo scudetto?
senza entrare nel merito di queste dichiarazioni, devo dire che l'esempio italiano é stato ottimo.
campionato avvincente, chiuso regolarmente e dentro nei tempi previsti.
se continueranno le porte chiuse avremo solo da guadagnarci, la striscia record é li che parla da sola
(ampiamente pronosticata da qualcuno, e vessata da molti per mancanza del contorno)
si potrebbe finire lo stadio con calma pure.
se riaprono mi auguro che la percentuale di pubblico sia scelta in maniera limpida e non con scelte che favoriscono deterninati tifosi a scapito di altri.
quindi in qualsiasi caso, caschiamo bene.
(aspettando un comunicato chiaro sulle modalità di rimborso delle partite non viste)
lucanember
Membro
lucanember
Concordo pienamente, quelli che continuano a dire il palazzo probabilmente hanno loro stessi problemi condominiali....ecco spiegato il palazzo
Claudiopaul70
Membro
Claudiopaul70
Nessuna novita', certi tifosi palazzari, uno in particolare qua dentro credono di essere fondamentali x le sorti della squadra ma l'unica cosa che succede senza certi tifosi e' che sono azzerate le multe alla società x lancio oggetti o buu razzisti. Capitolo a parte, ieri sera ho sbirciato dentro lo stadioed effettivamente la sud e' un bel bordelllo, ho cercato di informarmi e confermo che le voci che girano sono per cercare di portare a norma champions lo stadio per il prossimo anno, visyo e considerato che la capienza sara' drasticamente ridotta nel caso alla uefa decidano di far entrar pubblico alle partite
lucanember
Membro
lucanember
Eh sì, con pubblico ridotto o assente le possibilità aumentano
farabundo
Membro
farabundo
grazie dell'incursione claudio
Claudiopaul70
Membro
Claudiopaul70
Si ma dalla nord non si capisce esattamente quello che voglion fare
Magnocavallo vive a Lovere
Membro
Magnocavallo vive a Lovere
Anche io concordo con il saggio Farabundo. Non c’è nessuna fretta di riaprire gli stadi, se rimanesse chiuso ce lo troviamo tutto nuovo per il prossimo anno.
Rudenko
Membro
Rudenko
Alura te parlet a venvera.... ma vai al bar!!
Absinto
Membro
Absinto
A prescindere da tutto e data l'incertezza sul futuro, questo sarebbe l'anno giusto per rifare la curva riaprendo lo stadio magari dalla primavera 2021 e nel frattempo giocando a reggio se ci sarà possibilità di pubblico (sicuramente con capienze non al 100%), se no a BG senza pubblico.
Poi se magicamente a ottobre il virus sarà scomparso e noi saremo rimasti senza stadio pazienza...intanto prima o poi sarebbe stato da fare!
Jason80
Membro
Jason80
Direi che è praticamente impossibile che il virus scompaia in autunno, visti i numeri mondiali della pandemia. Potrebbe però essere possibile una riduzione esponenziale del pericolo grazie a vaccinazione, prevenzione, terapie. A mio parere difficilmente prima di gennaio. Quindi avanti con lo stadio anche per me.
BSoares
Membro
BSoares
Stan tutti cogliendo la palla al balzo. Sono almeno quindici anni che tentano di far stare la gente a casa sul divano invece che allo stadio. Il Covid ha accelerato alla grande il progetto. Ormai c'e' tutto il paese pieno di gente dappertutto. Almeno basta dire cazzate.
risaia
Membro
risaia
Le cose fuori dalla realtà sono altre ma non vanno discusse in questo forum

Regolamento Commenti


ARTICOLO 1 - Chi puo' scrivere

Solo gli utenti registrati possono inserire commenti. Il commento va in rete immediatamente sotto l'articolo scelto



ARTICOLO 2 - Registrazione su dati reali

Per registrarti clicca su "Registrati" nel menu in alto in fondo a destra. Se ci lasci un' email non esistente o utilizzi un server anonimo la tua registrazione puo' essere cancellata in qualsiasi momento



ARTICOLO 3 - Gli argomenti trattati

I commenti devono riguardare nei limiti del possibile l'articolo relativo.
I commenti fuori tema (OT - off topic) sono tollerati purchè non insistiti o in palese mala fede. Nel qual caso verra' applicato l'articolo 4



ARTICOLO 4 - Infrazioni e conseguenze

Interverremo su

- Messaggi contenenti volgarità, ingiurie, razzismo, calunnie e diffamazioni. Ai sensi degli Artt. 594, 595 e 660 del Codice Penale tali messaggi potrebbero costituire reato.
- Messaggi che violano le piu' generali convenzioni della buona educazione e del decoro o che in qualunque modo violino o spingano a violare disposizioni di legge o amministrative.
- Doppioni (lo stesso messaggio lasciato sotto piu' articoli)
- Attacchi hackers

I gestori del sito si riservano il diritto di rimuovere, in parte o integralmente, i contenuti dei commenti che non rispondano alle disposizioni di cui sopra. In caso di comportamento insistito l'autore dell'infrazione verrà bloccato in via temporanea o permanente

Il sito mantiene un archivio a disposizione delle autorità preposte affinchè sia possibile risalire all'autore di ogni commento qualora, tramite le suddette autorità, persone o enti che si ritenengono danneggiati, possano far valere i propri diritti, secondo la legge, nei confronti dei responsabili.



ARTICOLO 5 - Finalita' del sito

L'intenzione dei gestori è di adottare qualsiasi misura idonea ad agevolare e continuare un corretto e civile svolgimento del dibattito cercando di operare in modo piu' obbiettivo e trasparente possibile.