Home Notizie Stadi, ancora un mese per valutare la riapertura

Stadi, ancora un mese per valutare la riapertura

15

classifica ricavi stadio

Servirà ancora almeno un mese prima di riaprire gli stadi. Lo riporta il Corriere della Sera, spiegando che il governo seguirà le indicazioni degli scienziati che suggeriscono di attendere gli effetti sui contagi dell’apertura delle scuole a la ripresa dei trasporti pubblici con una capienza all’80%.

Negli stadi, secondo gli scienziati è impossibile tenere sotto controllo l’ingresso e l’uscita degli spettatori e anche il distanziamento sugli spalti. Problema che a detta degli esperti non sarebbe risolto neanche se fosse reso obbligatorio l’uso delle mascherine.

L’attuale DPCM – che vieta l’ingresso negli impianti – scade il 7 ottobre e dunque se ne riparlerà la settimana successiva, quando si avrà anche un quadro più chiaro rispetto alle conseguenze della riapertura delle scuole sulla circolazione del Coronavirus. E in quella sede si valuterà anche la possibilità di far svolgere i concerti, prevedendo però un numero limitato di spettatori. ( calcioefinanza.it)

Bookmark(0)

15
Inserisci un commento

Please Login to comment
8 Albero dei commenti
7 Albero delle risposte
0 Followers
 
Commento con piu' reazioni
Commenti piu' visti
14 Autori
thealamoGualoBSoaresBarbiemarcotrisma Autori di commenti recenti
  Iscrviti  
Nuovi Vecchi Piu' votati
Notifica di
Gualo
Membro
Gualo
Andare allo stadio non è un'esigenza sociale od economica...preferisco aspettare, lasciar fare le cose come van fatte, non mi brucia guardate agli altri o quelli che fanno altre nazioni, so aspettare f godermi altre cose per il bene comune..
marcotrisma
Membro
marcotrisma

Secondo gli SCIENZIATI???? Ma sara' piu' FACILE contagiarsi in due ore di partita o tutti i giorni sui treni ,bus , metro , aerei uno attaccato all'altro avanti e indietro , magari senza mascherina ? Passiamo alla scuola ? oggi all'uscita delle ore 13.00 di mio nipote , tutti con mascherina ok mi dico e' solo il secondo giorno ma le cose funzionano , poi esce un gruppetto che se ne libera e attaccati s'incamminano poi una ragazza ne bacia due sulla guancia e se ne va' , di certo NON erano suoi fratelli ! Dobbiamo coesistere ok ma NON a ore alterne o a piacimento , CHIARO ?

Bruto
Membro
Bruto
Per aprire gli stadi solo mascherine niente distanziamento se no non se ne esce.
snake1907
Membro
snake1907
Opinione mia, ma non ci vedo tutti questi ostacoli ad una riapertura riapertura parziale e nemmeno un gran rischio, che, provando a ragionarci, mi sembra bassissimo
Claudiopaul70
Membro
Claudiopaul70
Se calcoli che i miei figli alle superiori hanno banchi a 20 cm uno dall'altro e che alle elementari in classe stanno senza mascherine di certo lo stadio al confronto è un bunker antiatomico!! La differenza sta nel fatto che la scuola e' necessaria ed indispebsabile, lo sradio meno e purtroppo nessuno si prebde responsabilita' se non obbligato, certo fa rabbia vedere ministri lautamente pagati che non fanno nulla x 6 mesi come la cazzuolina !!
Fork87
Membro
Fork87
Intanto in Francia (cos'hanno? 7-9000 casi al giorno) sembra che non ci sia nulla. Al ritorno del Marsiglia l'aeroporto era zeppo di tifosi senza mascherine. Manco una ne ho vista.
A Parigi stadio aperto...
gigi8305
Membro
gigi8305
Quindi:
Se c'è qualcuno che fa peggio, ti pare giusto adeguarci? D'altra parte siamo l'italia.. E uno ruba, allora rubo ance io. E se qualcuno tira un sasso allora lo faccio anche io...
Sono ragionamenti davvero di basso livello...
Barbie
Membro
Barbie
di che livello sia il ragionamento ,non lo so
so solo che la pandemia è globale e se i Francesi vanno avanti ad minchiam ci tocca anche noi
e poi so che ,chissà per quale motivo, ai mangiarane e Macron è tutto concesso,e non devono risponderne di niente.
ed anche il nostro governo si supina a Macron,adesso non capisco perchè,spero più avanti di capirlo.
di ritorno dalla Grecia sono andato a vedere i dati dei contagi,(perchè lo ammetto mi è seccato farmi sverginare il naso col tampone) il giorno con più contagi in assoluto della Grecia è stato il 27 agosto 293(DUECENTONOVANTATRE) casi e c'è obbligo di tampone se torni dalla Grecia.
in Francia quasi 10000(DIECIMILA) casi ,nessun obbligo di tampone da e per la Francia,Francesi in giro dappertutto senza mascherine,negli stadi,Roland Garros ,il Torneo di Tennis strapieno ,tour de France ecc ....boh.....
soprattutto nessun che dice niente.
sono benedetti dal Signore i nostri Cugini? e noi siamo i cugini stronzi?
evidentemente si.
Ciao
BSoares
Membro
BSoares
Il tuo ragionamento é di basso livello. Da un commento singolo deduci "siamo l'italia... E uno ruba, allora rubo anche io. " Bel dipinto del paese. Sicuramente ci sono tante persone che ragionano così come scrivi ma fare di tutta l'erba un fascio é sbagliato. Io conosco tanta gente perbene italiana, bergamasca e non. Tra l'altro non mi pare che Fork abbia scritto "apriamo tutto tanto i francesi se ne sbattono." Ha solo riportato un episodio.
Ho vissuto degli anni all'estero in due paesi o "occidentali" diversi e luogo comune per luogo comune, scrivo anch'io il mio. Tutto il mondo é paese.
moreto
Membro
moreto
l'apertura degli stadi in concreto è una stucchevole e patetica questione di giochetto politico da cavalcare o meno
il tutto sempre in barba alla questione reale della pandemia o meno
è anche questo è scientifico
thealamo
Membro
thealamo
Mettetevi il cuore in pace.
Se apriranno, apriranno quelli delle metropoli (mi, na, roma, .....bari )
ma supercontingentati.
Troppo alto il rischio. Se si, forse, dopo Natale.............ma pure li......
Ma dopo tutto....e' GIUSTO cosi'
kikko
Membro
kikko
che sia giusto è una tua opinione, ci sono mille posti dove è possibile il contagio ma teniamo chiuso gli stadi , e meniaola all'inverosimile con le scuole tutto il resto non conta
thealamo
Membro
thealamo
Anche la tua e' un'opinione....personale.
E, permettimi......MINORITARIA.
Poi, prima torniamo al Tempio (in sicurezza) prima siam tutti felici
furnasot
Membro
furnasot
Mi sembra una posizione sensata, chi ha forzato la mano ne sta pagando le conseguenze...
DELKA1907
Membro
DELKA1907
Peccato che tutti quelli che "hanno forzato la mano" hanno morti per milione di abitanti inferiori all'italia che ha chiuso tutto e mandato in fallimento le attività

Regolamento Commenti


ARTICOLO 1 - Chi puo' scrivere

Solo gli utenti registrati possono inserire commenti. Il commento va in rete immediatamente sotto l'articolo scelto



ARTICOLO 2 - Registrazione su dati reali

Per registrarti clicca su "Registrati" nel menu in alto in fondo a destra. Se ci lasci un' email non esistente o utilizzi un server anonimo la tua registrazione puo' essere cancellata in qualsiasi momento



ARTICOLO 3 - Gli argomenti trattati

I commenti devono riguardare nei limiti del possibile l'articolo relativo.
I commenti fuori tema (OT - off topic) sono tollerati purchè non insistiti o in palese mala fede. Nel qual caso verra' applicato l'articolo 4



ARTICOLO 4 - Infrazioni e conseguenze

Interverremo su

- Messaggi contenenti volgarità, ingiurie, razzismo, calunnie e diffamazioni. Ai sensi degli Artt. 594, 595 e 660 del Codice Penale tali messaggi potrebbero costituire reato.
- Messaggi che violano le piu' generali convenzioni della buona educazione e del decoro o che in qualunque modo violino o spingano a violare disposizioni di legge o amministrative.
- Doppioni (lo stesso messaggio lasciato sotto piu' articoli)
- Attacchi hackers

I gestori del sito si riservano il diritto di rimuovere, in parte o integralmente, i contenuti dei commenti che non rispondano alle disposizioni di cui sopra. In caso di comportamento insistito l'autore dell'infrazione verrà bloccato in via temporanea o permanente

Il sito mantiene un archivio a disposizione delle autorità preposte affinchè sia possibile risalire all'autore di ogni commento qualora, tramite le suddette autorità, persone o enti che si ritenengono danneggiati, possano far valere i propri diritti, secondo la legge, nei confronti dei responsabili.



ARTICOLO 5 - Finalita' del sito

L'intenzione dei gestori è di adottare qualsiasi misura idonea ad agevolare e continuare un corretto e civile svolgimento del dibattito cercando di operare in modo piu' obbiettivo e trasparente possibile.