10-09-2018 07:51 / 31 c.

Risultati immagini per 5

Carlo Tavecchio ex presidente della FIGC: “La Serie A non la tiene in piedi Sky, bensì la gente e i tifosi che pagano il canone. I fatti confermano la mia tesi e cioè che la federazione non aveva bisogno di un commissario.Serve un limite agli stranieri, io avevo proposto a livello europeo un provvedimento che ponesse un limite di 5 giocatori  per squadra. Ma niente. Se vogliamo cambiare qualcosa questa è la strada”.

fonte itasportpress.it



di Marcodalmen




  1. Quando ero piccola per i bambini nei paesi di provincia esisteva solo  la squadra di calcio per i maschi per le bambine solo scuola di ricamo dalle suore e per tutti i corsi di nuoto organizzati dal comitato genitori delle scuole. In ogni stradina in ogni cortile c'erano bambini che rincorrevano un pallone. Ora fare sport costa, parlo di 300 euro a bambino da noi per il calciov e soprattutto al di fuori di corsi organizzati, bambini che giocano anche in oratorio non ce ne sono, tranne gli stranieri. 


  2. NO...
    il problema è che abbiamo tantissimi ragazzi italiani che giocano a pallone, forse anche di piu' che all'estero, però poi quelli che diventano professionisti, e tra questi i migliori che vanno in nazionale sono ormai giocatori buoni e niente di piu', basta vedere "il fiore della gioventu' calcista nostrana" che ha giocato ieri sera... se sono questi quelli piu' forti, al so anche me' che si vanno a prendere gli stranieri.
    Resto convinto che c'e' qualcosa che non va nei settori giovanili dove mi sa che i migliori non riescono ad emergere a scapito di altri.... 


    • Svarion: ".... il problema è che abbiamo tantissimi ragazzi italiani che giocano a pallone, forse anche di piu' che all'estero ...."
       
      Non vorrei generalizzare.
      In certi paesi ci sono campi di calcio (e non solo) ovunque.
      E sono completamente gratis e ben attrezzati (spesso anche in parchi pubblici).
      E le "soccer academies" per bambini dai 5 anni in su sono duffusissime.
       


  3. ROMAGNANEROBLU -
     10/09/2018 alle 19:18
    Il problema sta a monte Negli anni sessanta in un paese come Faenza che faceva 40000 abitanti c’erano più di 20 squadre di calcio tra parrocchie e partiti , tanti giocavano ed era gratuito Ora con 60000 abitanti ci sono 4 squadre,giocano in pochi e le famiglie devono pagare e farsi una marea di Km La base si è ristretta di molto con tutte le conseguenze x il vertice del movimento 


    • Visto da fuori, e' un po' tutto il nostro paese (non solo il calcio) che sembra essersi un po' smarrito.
       
      Si ha quasi l'impressione di trovarsi di fronte a vorticoso immobilismo e assordante silenzio.
      Eppure, sono certo che le energie positive non mancano, ma sembrano annullate da individualismo esasperato e rancore incontrollato.
       
       
       


    • c'è della verità in quel che dici
      nel mio paese negli anni 80 c'era una squadra che giocava in cnd...due squadre dell'oratorio che giocavano in promozione...una affiliata alle giovanili del Torino
      ora la squadra del paese è fallita,le squadre della parrocchia hanno smesso di iscriversi e tanti saluti
      se vai al campetto del quartiere ci giocano solo ragazzini che molti non considerano italiani...
      i miei coetanei,con cui giocavamo a pallone nel quartiere, hanno figli che fanno judo o kwan ki do
       
      poi altro argomento...il tetto agli stranieri lo puoi mettere se accettano di metterlo tutti...se no poi vogliamo vederle le squadre italiane in europa con i campo solo Spinazzola, Pellegrini, Biraghi,Faraoni,Longo, Tumminello...e gli altri con Bale,Salah,Lukaku,Pogba,Neymar...una figatissima. Nel giro di 10 anni finiamo come l'Ungheria che adesso perde anche dalle Far Oer e da Andorra...


  4. Se fosse per me farei a meno di giocatori stranieri e metterei un limite agli ingaggi dei giovani anche perché il 50%dei calciatori stranieri sono scarsi vi ricordo che in Italia tra A eB sono stati tesserati 67 stranieri nuovi assurdo


    • la percentuale la decidi te?
      e quella degli italioni scarsi in serie A ce l'hai? o sono tutti fenomeni?


      • Hai ragione ma non è una percentuale reale è quello che penso io è anche vero che ci sono anche italiani scarsi ma è meglio avere italiani scarsi che stranieri scarsi


  5. Smettiamola di dare colpa ai procuratore ai ragazzi perché in realtà i veri furbacchioni sono nelle società che per fare plusvalenze (vedi Carraro acquistato per 7 milioni e prestato al Foggia in B) e l altro giocatore Dell Inter di cui mi sfugge il nome acquistato per 5 e mai visto se non in tribuna o in panchina se non ci fosse qualcuno che li tutela i ragazzi verrebbero fatti a fettine 


  6. Io credo che il problema principale siano da un lato i procuratori dei giocatori e dall’altro le Società che utilizzano i giovani italiani per fare plusvalenze, cocktail letargico per i nostri ragazzi che si ritrovano spesso già a diciannove anni a valere cifre che non hanno aderenza alla realtà spesso trovando a malapena spazio per sedersi in panchina. Questa droga abbatterebbe anche un elefante figuriamoci dei ragazzini.


    • SubbuteoGroup -
       10/09/2018 alle 12:14
      Stronzata già proposta in altri sport con effetti nulli. 
      Alla fine della fiera per fare numero di portano i ragazzini in panca senza farli mai giocare.
      I Caldara della situazione il posto lo trovano lo stesso.


  7. assolutamente daccordo pur trovando entusiasmante il nostro momento trovo TRISTE non aver giocatori italiani e meglio ancora del nostro vivaio in campo. A mio parere serve una regola e che sia seria e non aggirabile facendo rientrare gicatori palesemente stranieri come italiani, il fatto che tifi l'atalanta e non l'inter ( per dirne una ) è per un minimo di senso di appartenenza e credo che avere giocatori italiani o meglio ancora del vivaio in squada sia non solo utile alla nazionale ma anche logico.
     


  8. A mio parere. E' corretto poter ingaggiare quanti e quali giocatori si voglia. 
    Tuttavia per rendere più interessanti le competizioni, almeno a livello internazionale dove le squadre rappresentano le proprie nazioni, porre l'obbligo di schierare in campo un numero minimo di giocatori della nazione che si rappresenta dovrebbe essela normalità. Non saprei fissare un numero preciso, ma ipotizzere almeno 5 in campo oppure il 50% in distinta.
    Se si facesse ciò si inizierebbe anche ad avere riflessi anche in campionato con le squadre "allevatrici" di italiani che avrebbero convenienza nel far crescere i propri italiani.
     


  9. credoinunadea -
     10/09/2018 alle 11:20
    per quanto ad alcuni possa sembrare affascinante (e non sono tra questi) semplicemente non si può. Sono lavoratori, specie queli comunitari -almeno finchè l'Italia farà parte della comunità- non possono avere limitazioni.


    • Dissento in toto. Questi non sono "lavoratori " sono professionisti e pure atipici. 
      Un lavoratore "normale" firma un contratto e il salario è subordinato all'effettiva esecuzione del lavoro assegnato. Il lavoratore "normale" timbra un cartellino o ne viene registrata la presenza e controllato nel lavoro da un punto di vista quantitativo e qualitativo.
      I calciatori che giochino, si accomodino in panchina o stiano a casa direttamente (quindi non svolgono il lavoro per cui sono ingaggiati) vengono lo stesso stipendiati.
      Sono sempre dell'idea che le società possano tesserare anche 40 stranieri ma con limitazioni in campo.
      Anche perché allora se siamo in sta benedetta Unione io esigo lo stesso stipendio che fa il mio omologo in Germania che è quasi del 35% più alto e con costo della vita medio più basso.


  10. Italiani per impegno sono limitati
    1 o 2 anni x puntare il contrattone
    La dodge mimetizzata e poi mediocrita


  11. Oramai è solo business e sono molto pochi quelli con la maglietta sotto la pelle... Restano solo i tifosi. 


  12. Ritengo necessario per i nostri giovani peró  modificando le incombenze di quei avvoltoi di procuratori che fino a 25 anni non si possono avvicinare ai ragazzi.


  13. Serve si! diamo spazio ai nostri giovani del settore giovanile


  14. No.


  15. Penso che debba essere la FIGC (ma esiste?) che debba agire d'imperio e stabilire un numero massimo di stranieri in CAMPO, non in rosa, e soprattutto un limite di stranieri nelle giovanili. Inteso come limite ai giovani ragazzini prelevati da altre federazioni. E non credo proprio che l'Unione Europea possa opporre alcunché. Una società per me può tesserare anche 50 stranieri. Ma in campo ne vanno 5.
    Anche il prezzo degli italiani divenendo "merce" più comune scenderebbe.
     
    Punto epocale eliminazione dei procuratori.


  16. Si e bisognerebbe anche smettere di regalare passaporti e cittadinanza 


  17. serve un limite ai costi proibitivi di un normale giovane giocatore italiano, altrimenti ne avremo sempre più di stranieri
    pio serve che i nostri giovani smettano di farsi puilotare da procuratori intrallazzoni che x quattro denari in più li indirizzano verso squadre che poi ,con rose troppo ampie , non li faranno mai giocare
    il tuttto a scapito di quelle società che non hanno disponibilità ma hanno possibilità di farli crescere giocando
    infine servono giocatori giovani italiani che abbiano tanta ma tanta fame ! invece qui x mezza prestazione in primavera, si sentono tutti fenomeni ..


  18. Ogni regola nel calcio è fatta per essere aggirata... se oggi c'è la corsa a trovare avi europei ai sudamericani, la cosa verrebbe estremizzata per trovare discendenze italiane con mezzi più o meno leciti.
    Inoltre peggiorerebbe il livello medio... tutti gli italiani forti sarebbero presi dalle grandi subito, lasciando alle piccole solo le briciole o i vecchi.
    Posto che poi credo che l'unione europea porrebbe il veto (non si possono discriminare cittadini comunitari).
    Si pensi piuttosto a premiare chi fa esordire/giocare con regolarità  giocatori del proprio vivaio


  19. Non trovo la connessione tra Sky e gli stranieri
     
    Detto questo io la ragionerei al rovescio... Almeno 3 italiani in campo ... Ma non e una questione di "nazionalizzare" il campionato ma di far crescere il nostro calcio. 
     
    Tavecchio non e un fenomeno mediatico ma ne capisce di calcio... O per lo meno ne capisce di più dei suoi predecessori e antecessori ...


    • La connessione è che lui fece la guerra a Sky cedendo i diritti a MediaPro che si è rivelata insolvente. 
       
      Comunque il tetto è la soluzione più facile e sbagliata. Se vuoi rimettere in piedi il movimento devi investire e finanziare le attività dei livelli giovanili, già ai livelli delle scuole superiori e licei. La Germania è ripartita in questo modo, spendendo tantissimo ma investendo sulla formazione dei giovani. Per l'Italia ripeto è una soluzione troppo costosa e seria, meglio la cagatina inutile del tetto di stranieri in Serie A...


    • faremmo la fine del basket, dove gli italiani vengono chiamati Panda, pochi scarsi e strapagati


  20. no


  21. in quattro anni di presidenza si è distinto per aver fatto il lacchè di Lotito e la nazionale non si è qualificata ai mondiali,ma parla sempre come se fosse il padreterno della politica sportiva...
    Only in Italy


Username:

Password:

Oppure collegati con i canali social:
Commento:



Regolamento Commenti


ARTICOLO 1 - Chi puo' scrivere

Solo gli utenti registrati possono inserire commenti. Il commento va in rete immediatamente sotto l'articolo scelto



ARTICOLO 2 - Registrazione su dati reali

Per registrarti clicca su "Registrati" nel menu in alto in fondo a destra. Se ci lasci un' email non esistente o utilizzi un server anonimo la tua registrazione puo' essere cancellata in qualsiasi momento



ARTICOLO 3 - Gli argomenti trattati

I commenti devono riguardare nei limiti del possibile l'articolo relativo.
I commenti fuori tema (OT - off topic) sono tollerati purchè non insistiti o in palese mala fede. Nel qual caso verra' applicato l'articolo 4



ARTICOLO 4 - Infrazioni e conseguenze

Interverremo su

- Messaggi contenenti volgarità, ingiurie, razzismo, calunnie e diffamazioni. Ai sensi degli Artt. 594, 595 e 660 del Codice Penale tali messaggi potrebbero costituire reato.
- Messaggi che violano le piu' generali convenzioni della buona educazione e del decoro o che in qualunque modo violino o spingano a violare disposizioni di legge o amministrative.
- Doppioni (lo stesso messaggio lasciato sotto piu' articoli)
- Attacchi hackers

I gestori del sito si riservano il diritto di rimuovere, in parte o integralmente, i contenuti dei commenti che non rispondano alle disposizioni di cui sopra. In caso di comportamento insistito l'autore dell'infrazione verrà bloccato in via temporanea o permanente

Il sito mantiene un archivio a disposizione delle autorità preposte affinchè sia possibile risalire all'autore di ogni commento qualora, tramite le suddette autorità, persone o enti che si ritenengono danneggiati, possano far valere i propri diritti, secondo la legge, nei confronti dei responsabili.



ARTICOLO 5 - Finalita' del sito

L'intenzione dei gestori è di adottare qualsiasi misura idonea ad agevolare e continuare un corretto e civile svolgimento del dibattito cercando di operare in modo piu' obbiettivo e trasparente possibile.